Me

L’uomo che ha dato fuoco alla sua ex fidanzata è stato condannato all’ergastolo

Vincenzo Paduano aveva strangolato e poi dato alle fiamme Sara Di Pietrantonio il 29 maggio 2016, a Roma su via della Magliana

Immagine di copertina

Vincenzo Paduano, l’uomo che il 29 maggio del 2016 strangolò e diede fuoco alla sua ex fidanzata Sara Di Pietrantonio, a Roma, è stato condannato all’ergastolo.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

La sentenza è stata emessa, a conclusione del processo che si è tenuto con il rito abbreviato, dal gup Gaspare Sturzo.

L’uomo aveva strangolato e poi dato alle fiamme la sua ex fidanzata su via della Magliana ed è stato accusato di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione e dai futili motivi, oltre che di stalking, distruzione di cadavere, danneggiamento ed incendio dell’automobile a bordo della quale viaggiava la ragazza. 

Il pm Maria Gabriella Fazi aveva chiesto la condanna dell’imputato all’ergastolo.

“Si tratta di una sentenza giusta e morale. Un primo gradino importante. Ho vissuto in apnea per circa un anno, adesso una boccata d’aria fresca ma tornerò subito in apnea perché Sara non me la ridarà nessuno”, ha detto Concetta, la mamma di Sara Di Pietrantonio, commentando la condanna all’ergastolo di Vincenzo Paduano.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata