Me

Un bambino è davvero nato con un contraccettivo in mano?

Una foto, con la didascalia: “II bambino che è nato tenendo in mano il contraccettivo della madre”, è stata condivisa migliaia di volte. Cosa c'è dietro?

Immagine di copertina

Circola da qualche giorno la foto di un bambino appena nato che tiene in mano un contraccettivo. Molti giornali, anche italiani, hanno ripreso la notizia, scrivendo che il neonato sarebbe stato partorito con la spirale intrauterina della madre, portato come una sorta di trofeo.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Lo scatto è stato pubblicato dalla madre del bambino, la statunitense Lucy Hellein su Facebook, con la didascalia “Mirena fallisce”, riferendosi alla spirale. L’immagine è poi stata condivisa migliaia di volte sui social network. 

Tuttavia la notizia è falsa. O meglio, la foto è vera: non è stata ritoccata con Photoshop, ma è la situazione immortalata a essere artefatta. O meglio, male interpretata. La spirale è stata estratta durante il cesareo, ma non si trovava nelle mani del piccolo. Vi è stata messa in un secondo momento.  

Lucy Hellein non ha mai detto che suo figlio sarebbe nato tenendo la spirale in mano. L’immagine è stata male interpretata nelle successive condivisioni. La donna, intervistata da First Coast News, ha spiegato che i medici sapevano che il contraccettivo era rimasto nell’utero per tutta la sua gravidanza, ma non erano stati in grado di individuarlo prima della nascita del bambino.

Dopo essere stata estratta, la spirale è stata messa nella mano del bambino come una sorta di trofeo. Un amico della donna ha fotografato la scena, che condivisione dopo condivisione, ha assunto un significato nuovo: “Il bambino che è nato tenendo in mano il contraccettivo della madre”. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata