Me
Il principe Filippo si ritira dalla vita pubblica
Condividi su:

Il principe Filippo si ritira dalla vita pubblica

Buckingham Palace ha comunicato che il marito della regina Elisabetta II non prenderà più parte a incontri ufficiali dopo il mese di agosto

04 Mag. 2017

Il marito della regina Elisabetta II d’Inghilterra non parteciperà più a impegni pubblici a partire dall’autunno del 2017. La notizia è stata comunicata da Buckingham Palace il 4 maggio.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il duca di Edimburgo continuerà a presenziare agli eventi in programma da maggio ad agosto da solo o per accompagnare la regina nelle sue apparizioni pubbliche. In un comunicato ufficiale della famiglia reale si precisa che il principe consorte continuerà il suo impegno nelle 780 organizzazioni di cui fa parte.

Nella mattinata del 4 maggio il segretario privato della regina aveva convocato d’urgenza una riunione dello staff della famiglia reale a Londra. Inizialmente si era diffusa preoccupazione sulle condizioni di salute della regina o di suo marito anche se fonti legate alla casa reale avevano precisato che non c’era motivo di allarme.

Il principe Filippo festeggerà il suo novantaseiesimo compleanno nel mese di giugno e dal mese di maggio non accetterà più inviti per visite o incontri. Potrebbe comunque decidere di apparire in pubblico in alcune occasioni. Da Buckingham Palace è arrivata anche la rassicurazione riguardo all’attività della regina che continuerà a tenere i suoi incontri ufficiali senza interruzioni. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus