Me

Di cosa parla il nuovo libro di Ivanka Trump

La figlia del presidente degli Stati Uniti ha descritto nel suo volume la sua esperienza di donna lavoratrice che cerca di gestire anche gli impegni familiari

Immagine di copertina

Ivanka Trump, figlia del presidente degli Stati Uniti, ha pubblicato il suo secondo libro, Women Who Work (Donne che lavorano). Si tratta del secondo volume della first daughter che ha scritto questo libro in gran parte prima dell’elezione del padre alla Casa Bianca. Nel 2009 Ivanka era uscito il suo primo libro, The Trump Card.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Ivanka Trump ha scelto di raccontare la sua vita di imprenditrice di 35 anni che si divide tra famiglia e lavoro e ha riportato alcuni esempi che descrivono la quotidianità di tutte le donne alle prese con le faccende di casa e le cure dei figli piccoli. “Le donne che lavorano sono reali”, scrive la figlia del presidente che nel mese di marzo è stata scelta anche come consulente della Casa Bianca.

Con il marito Jared Kushner, anche lui membro dello staff del presidente, Ivanka ha tre figli e possiede un patrimonio di circa 240 milioni di dollari. Ivanka Trump possiede ancora una sua casa di moda, nonostante il problema del conflitto di interessi.

Il contenuto del suo libro è stato in parte anticipato dal magazine Fortune e una delle sue affermazioni ha causato non poche critiche: “Nei periodi estremamente intensi, come durante la campagna elettorale, sono andata in modalità di sopravvivenza: lavoravo e stavo con la mia famiglia. Non facevo molto altro. Francamente, non mi facevo un massaggio e non trovavo tempo per la cura personale”, ha scritto.

Sui social network Ivanka è diventata perciò il bersaglio di chi l’accusava di lamentele inutili nonostante i numerosi privilegi della sua condizione. 

L’autrice del libro ha spiegato la sua intenzione di voler contribuire a distruggere il mito della superdonna: “Ho realizzato che poteva essere utile cambiare anche di poco la narrativa postando una foto in cui lavoro nel giardino con i miei figli, con i capelli in disordine raccolti in una coda di cavallo e lo sporco sulla guancia”, ha spiegato Trump. 

In Women Who Work, Trump descrive la sua routine lavorativa nella sua azienda: lascia l’ufficio relativamente presto, ma invia mail ai suoi dipendenti anche a tarda sera. Non si aspetta, però, di ricevere risposta ed è sicura che chi lavora per lei non tradisca la sua fiducia nella loro capacità di usare al meglio il tempo, senza il bisogno di essere controllati.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.