Perché la foto di una modella nuda ha fatto arrabbiare i Maori
Condividi su:

Perché la foto di una modella nuda ha fatto arrabbiare i Maori

Jaylene Cook si è fatta fotografare senza vestiti sul vulcano Taranaki che è considerato una montagna sacra dalla popolazione della Nuova Zelanda

22 Giu. 2017  

Una modella di Playboy si è scattata una foto con indosso solo un paio di scarpe da ginnastica, un cappellino e un paio di guanti. Fin qui, nulla di strano. Ciò che ha fatto discutere è il luogo che Jaylene Cook ha scelto per il suo scatto: una montagna sacra alla popolazione Maori in Nuova Zelanda.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

I circa 300mila follower della modella su Facebook e Instagram hanno potuto osservare la sua figura nuda che contempla l’orizzonte dal vulcano Taranaki. La comunità locale ha definito il gesto come irrispettoso. L’immagine scattata a più di 2.500 metri di altezza ha ricevuto circa 10mila like. 

“È come se qualcuno si scattasse una foto nudo nella basilica di San Pietro”, ha commentato alla Bbc Dennis Ngawhare, portavoce della popolazione locale. “È un luogo sacro e una cosa del genere è inappropriata”, ha detto.

Il vulcano viene considerato la tomba di un antenato Maori e raramente si sale sulla sua cima. Le scalate avvengono solo per scopi cerimoniali. Il popolo polinesiano ha, però, accettato che i turisti visitino il luogo.

“Chiediamo solo che le persone siano rispettose. L’ultimo caso è solo l’ultimo esempio di quanto qualcuno non sappia come comportarsi.

In passato altri episodi del genere avevano fatto irritare i Maori: un gruppo di escursionisti aveva fatto un barbecue sulla montagna e alcuni turisti avevano lasciato dei graffiti in vetta.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.