Me

Cosa vuol dire karma

Cosa significa questa parola proveniente dalla cultura indiana? L'abbiamo spiegato

Immagine di copertina

Ci sono tanti termini che sono entrati nell’uso comune italiano, ma che proprio per questo non sappiamo del tutto da dove essi vengono e quale sia il loro significato originario. Uno di questi è karma, da sempre utilizzato in Italia, ancor di più dopo che il festival di Sanremo 2017 è stato vinto dalla canzone di Francesco Gabbani Occidentali’s Karma. Ma cosa vuol dire karma?

La parola karma è il riadattamento del termine sanscrito karman, che letteralmente significa “azione” e “obbligo”. Essa è citata anche nell’antichissimo testo sacro dei Veda con il significato di “rito”. Proprio per la sua presenza nei Veda, testo alla base di gran parte delle religioni e filosofie sviluppatesi nei secoli nell’area dell’India, questa parola e il concetto che ne deriva sono tipici della cultura del subcontinente.

Ma allora, andiamo a vedere più nello specifico cosa vuol dire karma. In tutte le culture indiane, il karma è un concetto legato al rapporto causa-effetto delle proprie azioni dal punto di vista morale. Nel buddismo, ad esempio, il karma rappresenta il principio secondo cui una buona azione può portare a una reincarnazione positiva, mentre una negativa avrà effetti opposti.

Questo ci contribuisce a spiegare cosa vuol dire karma nel senso in cui spesso utilizziamo questo termine. Ad esempio, si commenta con “vedi, il karma!” quando succede qualcosa di bello a una persona considerata buona.