Me

Viaggiare da soli negli spazi infiniti dell’Islanda

Il fotografo Aristide Russo ha raccolto immagini mozzafiato di una terra rimasta incontaminata, tra grandi cascate, animali e paesaggi sterminati

Immagine di copertina

Il fotografo Aristide Russo ha viaggiato in Islanda, raccogliendo immagini mozzafiato di una terra rimasta incontaminata, tra grandi cascate, animali e paesaggi a perdita d’occhio. Un viaggio in cui, nonostante la vastità degli spazi, non si è mai sentito solo.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.

Russo ha raccolto le fotografie nel suo progetto Iceland: between sky, ice and fire.

“Un vero viaggiatore sa bene che ovunque si troverà nel mondo ci saranno sempre altri viaggiatori solitari, esattamente come lui”, racconta l’autore delle foto.

“L’Islanda è uno di quei posti che un viaggiatore ama”, scrive Russo presentando il suo progetto. “Ma il solo fatto di essere lì non fa di te un viaggiatore, l’essere viaggiatore non dipende dai posti che si visitano, ma da come li vivi. Essere viaggiatori significa avere la mente aperta. Così si può essere viaggiatori anche quando non si viaggia”. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.