Me
Come un surfista è sopravvissuto 32 ore in mare
Condividi su:

Come un surfista è sopravvissuto 32 ore in mare

Un video mostra il salvataggio di Matthew Bryce, il 22enne rimasto aggrappato alla sua tavola da surf per più di un giorno

02 Mag. 2017

Un surfista scozzese è stato trovato aggrappato alla sua tavola lunedì 1 maggio, in evidente stato di ipotermia, dopo 32 ore di seguito alla deriva in mare. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Matthew Bryce, 22enne di Glasgow, è stato messo in salvo al largo della costa ovest della Scozia e portato all’ospedale di Belfast, in Irlanda del Nord. Bryce era scomparso domenica 30 aprile, ma secondo quanto riportato dalle autorità non si avevano sue notizie da almeno 24 ore.

Il video del salvataggio mostra un membro dell’equipaggio afferrare Bryce dalla tavola da surf prima di essere sollevati e portati a bordo dell’elicottero.

Secondo quanto spiegato da Sky News, il surfista sarebbe sopravvissuto grazie alla sua muta molto spessa.

“È stato estremamente fortunato”, ha affermato Dawn Petrie, della guarda costiera di Belfast.

“Non posso ringraziare abbastanza chi mi ha salvato e aiutato, sono tutti degli eroi”, ha detto Bryce dopo il ricovero in ospedale. Il ragazzo ha riportato ferite alla testa, al collo e al torace.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus