Me

Secondo Trump un “serio conflitto” con la Corea del Nord è possibile

Il presidente degli Stati Uniti ha detto che preferisce comunque una soluzione pacifica, elogiando il ruolo del presidente cinese nella gestione della crisi

Immagine di copertina

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha detto, in un’intervista all’agenzia di stampa Reuters, che un serio e grave conflitto con la Corea del Nord è possibile considerato lo stallo sulla questione del nucleare e sul programma missilistico di Pyongyang. Trump ha anche aggiunto di preferire una soluzione diplomatica alla disputa.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

“C’è la possibilità che si arrivi a un serio, serio conflitto con la Corea del Nord. Assolutamente”, ha detto Trump durante l’intervista nello Studio Ovale sui primi cento giorni da presidente.

Trump ha detto di voler comunque risolvere la crisi che ha assillato molti suoi predecessori pacificamente, una strada che lui e la sua amministrazione stanno enfatizzando, preparando alcune nuove sanzioni economiche, mentre comunque non si lascia la soluzione militare fuori dal tavolo. 

“Vorremmo trovare una soluzione diplomatica, ma è davvero difficile”, ha sottolineato il presidente degli Stati Uniti. Secondo l’inquilino della Casa Bianca altro obiettivo è quello di far pagare il sistema difensivo anti-missili Thaad alla Corea del Sud, per un costo stimato di circa un miliardo. 

Trump ha fatto sapere che sta anche pensando di far tappa in Israele e Arabia Saudita durante il suo viaggio in Europa previsto per il mese di maggio, sottolineando come vorrebbe che si possa arrivare a una pace tra Israele e Palestina. 

Tornando sulla questione nordcoreana, Trump ha elogiato il presidente cinese Xi Jinping per l’aiuto offerto da Pechino nel tentativo di gestire la situazione con Pyongyang. 

“Credo ci stia provando davvero con forza, certamente non vuole vedere tumulti e morti, è un uomo buono”, ha poi detto sul presidente cinese. 

Gli ufficiali statunitensi hanno fatto sapere che attacchi militari per la situazione nordcoreana rimangono una opzione possibile ma stanno cercando di minimizzare questa prospettiva. 

Sul leader nordcoreano Kim Jong-un, Trump ha detto che si augura che sia “razionale”. “Ha 27 anni, non è facile a quell’età. Non gli sto dando o non dando credito, sto solo dicendo che è una cosa davvero difficile da fare. Se lui sia razionale o meno, non ho opinioni a riguardo, spero lo sia”, ha affermato il presidente degli Stati Uniti.

Parlando di una possibile telefonata con presidente di Taiwan, Tsai Ing-wen, Trump ha spiegato che prima di farla parlerà con il presidente cinese. “Ho stabilito una relazione personale molto buona con Xi, sta facendo tutto ciò che può per aiutarci, quindi non voglio causargli difficoltà”.

Una nota di colore raccontata dalla Reuters riguarda un pulsante sulla scrivania del presidente, che Trump preme per ordinare e farsi portare una Coca Cola. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata