Me
Il parlamento tedesco vuole imporre un divieto parziale del burqa
Condividi su:

Il parlamento tedesco vuole imporre un divieto parziale del burqa

La legge è stata approvata alla camera bassa e dovrà passare ora alla camera alta. Prevede un bando per soldati, impiegati statali e giudici sul posto di lavoro

28 Apr. 2017

La camera bassa del parlamento tedesco ha approvato una legge che vieta parzialmente il velo islamico che copre totalmente il viso, ovvero il burqa.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il provvedimento dovrà ora passare alla camera alta per l’approvazione definitiva. Gli impiegati statali, i giudici e i soldati non potranno indossare il velo totale a lavoro, in caso di approvazione della norma.

I partiti di destra hanno provato a spingere per ottenere un divieto totale del burqa in tutti i luoghi pubblici. Vorrebbero emulare la Francia, dove esiste un bando totale del burqa nei luoghi pubblici dal 2011.

Negli ultimi 18 mesi in Germania sono arrivati più di un milione di migranti, tra cui molti musulmani provenienti dal Medio Oriente. 

La decisione segue una seria di attacchi jihadisti, incluso quello avvenuto quando un camion ha travolto la folla ad un mercato natalizio a Berlino, uccidendo 12 persone.

Nel dicembre del 2016 la cancelliera Angela Merkel aveva parlato della possibilità di introdurre il divieto del velo dove legalmente possibile, precisando che il burqa non è appropriato nel suo paese.

Nel febbraio del 2017 la regione della Baviera ha annunciato di progettare un bando per il burqa nei luoghi di lavoro governativi, nelle scuole, nelle università e per le persone alla guida.

I detrattori di questo provvedimento argomentano che il divieto avrà un lieve impatto reale in un paese con un numero limitato di musulmani. 

Secondo molti, la Germania non ha ideato un provvedimento che vieti completamente il velo perché violerebbe la costituzione.

Negli ultimi anni molti paesi hanno iniziato ad approvare divieti simili. Francia, Austria, Belgio e Turchia hanno imposto un bando negli spazi pubblici. Una legislazione che supporta un divieto del genere è in discussione nei Paesi Bassi, mentre provvedimenti simili a livello locale vengono applicati in vari stati come Danimarca, Russia, Spagna e Svizzera.

— LEGGI ANCHE: Dall’hijab al burqa, quali sono tutti i tipi di veli islamici

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus