Me
Quali sono gli effetti degli energy drink sul vostro cuore
Condividi su:

Quali sono gli effetti degli energy drink sul vostro cuore

Secondo i ricercatori, le bevande energetiche possono causare cambiamenti nella pressione sanguigna a causa dei loro ingredienti e provocare danni all'organismo

28 Apr. 2017

Alcuni ricercatori del David Grant Medical Center, in California, hanno scoperto che il consumo di bevande energetiche può causare cambiamenti potenzialmente nocivi nella funzione cardiaca e nella pressione sanguigna.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Nella ricerca, pubblicata sulla rivista scientifica Journal of the American Heart Association, sono stati reclutati 18 volontari, con massimo 40 anni, tutti in buona salute.

Questi ultimi hanno consumato 946 millilitri di un energy drink e di una bevanda creata dagli scienziati, contenenti entrambi la stessa dose di caffeina, con un periodo di sospensione di sei giorni tra l’uno e l’altro. I partecipanti sono stati poi sottoposti a un elettrocardiogramma (Ecg), in grado di rintracciare l’attività elettrica del cuore.

L’Ecg e le misurazioni della pressione sanguigna sono state ottenute una, due, quattro, sei e 24 ore dopo il consumo delle bevande.

Dopo aver bevuto l’energy drink, la pressione è stata significativamente alta per sei ore, rispetto a quella di chi aveva consumato il liquido contenente solo caffeina.

Mentre piccole dosi di questa sostanza sono considerate sicure, gli energy drink includono anche varie “miscele energetiche”, ossia gli ingredienti aggiuntivi che possono essere ricollegati ai cambiamenti cardiaci esaminati nello studio.

Gli scienziati hanno fatto notare che tali cambiamenti non sono preoccupanti per chi gode di ottima salute. Coloro che soffrono di malattie cardiache dovrebbero evitare il consumo delle bevande energetiche, almeno fino a quando il loro impatto sulla salute del cuore sarà studiato in modo più completo.

Che questo tipo di bibita possa causare diversi problemi, soprattutto nei bambini, è un fatto già noto. L’American Beverage Association ha assicurato la sicurezza degli energy drink, indicando che molti dei loro ingredienti sono presenti in altri cibi comuni.

Ma quali sono questi componenti? Negli anni, alcuni esperti hanno condotto diversi studi per rispondere a questa domanda. Molte bevande energetiche contengono, oltre alla caffeina, zuccheri aggiuntivi, vitamine, stimolanti legali come il guaranà – una pianta originaria dell’Amazzonia – la taurina, un aminoacido, e la L-carnitina, una sostanza presente nel nostro corpo che aiuta a trasformare i grassi in energia. 

John Higgins, un cardiologo sportivo dell’University of Texas Health Science Center, a Houston, in Texas, ha dichiarato che riguardo la caffeina, lo zucchero e gli stimolanti sono necessarie ulteriori ricerche in grado di determinare come questi ingredienti possano interagire per causare effetti negativi sulla salute.

“Le persone dovrebbero sapere che per molte categorie ciò potrebbe essere pericoloso, soprattutto per i minori di 18 anni, per le donne in gravidanza, per le persone con una certa sensibilità alla caffeina, per le persone che non consumano regolarmente questa sostanza, e per coloro che stanno assumendo particolari farmaci”, ha affermato il cardiologo.

Dopo aver consumato una bevanda energetica, il battito cardiaco accelera. Questo potrebbe costituire un rischio per la salute.

“È stato dimostrato non solo che gli energy drink aumentano i livelli di stress, la frequenza cardiaca e la pressione cardiaca, ma rendono anche un po’ più denso il sangue”, ha dichiarato Higgins. 

L’impatto che le bevande energetiche hanno sul cuore e sul sistema cardiovascolare potrebbe essere causato dall’interazione tra la caffeina e gli altri ingredienti presenti nella bibita, come per esempio la taurina.

La taurina può avere conseguenze sui livelli di acqua e di minerali nel sangue. Poche dosi di guaranà sono comunemente aggiunte agli energy drink, e ciò va ad aumentare la quantità della caffeina presente nella bibita.

“Ci sono stati diversi casi di persone che hanno subìto un arresto cardiaco, dopo aver consumato più di una bevanda energetica, e quando sono state sottoposte a ulteriori analisi, non è stato trovato niente di anormale, a parte i livelli elevati di caffeina e taurina nella tossicologia”, ha dichiarato Higgins. L’eventuale interazione della caffeina con gli altri ingredienti può influenzare la funzione delle arterie, rendendole inibitorie nel dilatarsi correttamente.

L’ampio uso di caffeina potrebbe non solo causare problemi al cuore, ma anche al cervello, aumentando il rischio di avere problemi di salute mentale. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus