Me
Come un uomo è sopravvissuto 47 giorni dopo essersi perso su una montagna in Nepal
Condividi su:

Come un uomo è sopravvissuto 47 giorni dopo essersi perso su una montagna in Nepal

Liang Sheng Yueh, 21 anni, era con la fidanzata sul sentiero Ganesh Himal. La compagna è morta tre giorni prima dell'arrivo dei soccorsi

26 Apr. 2017

Un uomo originario di Taiwan, è stato tratto in salvo, il 26 aprile dopo aver passato 47 giorni su un sentiero di montagna in Nepal. La fidanzata, che era con lui durante l’escursione, è morta tre giorni prima dell’arrivo dei soccorsi.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Liang Sheng Yueh, 21 anni, è stato ritrovato su uno scoglio sotto una cascata ed è stato trasportato in elicottero in un ospedale di Katmandu. La coppia si trovava sul sentiero non molto frequentato chiamato Ganesh Himal, a 2.600 metri di altitudine quando è stata sorpresa da una tempesta nel mese di marzo.

I due stavano tentando di raggiungere il villaggio più vicino quando sono scivolati in acqua e non sono più riusciti a risalire. Avevano con loro del cibo, delle tende e dei sacchi a pelo. Per le prime due settimane sono riusciti a sopravvivere grazie alle provviste che avevano nei loro zaini e successivamente ingerendo solo acqua e sale. 

Dopo due settimane dal momento in cui i due escursionisti erano stati dati per dispersi, le ricerche erano state sospese per poi riprendere il 20 aprile.

“Appare esausto e con 30 chili in meno di peso corporeo”, ha detto Ajay Singh Thapa, medico al Grande Hospital. “Soffre di un grave stato di denutrizione, ha i piedi coperti di vermi e i capelli pieni di pidocchi. Nonostante le condizioni in cui ha dovuto sopravvivere, però, sembra abbastanza normale”, ha aggiunto. 

L’uomo ha passato gli ultimi tre giorni prima di essere salvato accanto al cadavere della fidanzata.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus