Me
Elezioni presidenziali in Francia 2017 – LIVE
Condividi su:

Elezioni presidenziali in Francia 2017 – LIVE

Aggiornamenti, news, commenti e foto in tempo reale. La diretta di TPI sull'elezione del successore di François Hollande all'Eliseo

23 Apr. 2017

Domenica 23 aprile 2017, circa 47 milioni di cittadini francesi aventi diritto di voto sono chiamati alle urne per eleggere il nuovo presidente della Repubblica francese. Le urne si sono aperte alle 8 del mattino e la loro chiusura è avvenuta alle 19, mentre nelle grandi città si sono chiuse alle 20. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Gli elettori hanno scelto tra undici candidati: Nathalie Arthaud (Lutte Ouvriere), François Asselineau (UPR), Jacques Cheminade (Solidarité et progrès), Nicolas Dupont-Aignan (Debout la France), François Fillon (Repubblicani), Benoît Hamon (Partito Socialista), Jean Lassalle (Resistons), Marine Le Pen (Front National), Emmanuel Macron (En Marche!), Jean-Luc Mélenchon (La France insoumise) e Philippe Poutou (NPA).

Il secondo turno delle elezioni presidenziali è previsto per il 7 maggio e vedrà sfidarsi i due candidati principali usciti dal primo turno. 

– LIVE (per vedere gli aggiornamenti ricarica la pagina): 

ORE 23:25

Con 40 milioni di voti scrutinati, i risultati ufficiali parziali del primo turno delle elezioni presidenziali francesi vedrebbero in testa Emmanuel Macron con il 23,54 per cento delle preferenze contro il 22,33 per cento di Marine Le Pen.

ORE 22:22

Emmanuel Macron, intervenendo davanti i suoi sostenitori, ha ringraziato i suoi elettori e ha ringraziato François Fillon per il supporto promesso al secondo turno. “Voglio unire e riconciliare la Francia. La forza dello schieramento è determinante per governare”, ha detto il leader di En Marche! “Voglio essere il presidente dei patrioti contro la minaccia dei nazionalisti”, ha aggiunto.

ORE 22:09

Secondo diversi sondaggi Emmanuel Macron viene dato vincitore al secondo turno con una percentuale di voti compresa tra il 62 e il 64 per cento. Le Pen si fermerebbe al 38 per cento. “Anche la Francia, come l’Olanda, non avrà una guida anti-europea, ma il fenomeno Le Pen non va sottovalutato”, ha commentato all’agenzia Ansa il presidente del parlamento europeo Antonio Tajani.

ORE 21:55

Il candidato della sinistra radicale Jean-Luc Melenchon non si è espresso, intervenendo davanti ai suoi sostenitori, sul ballottaggio e lascia libertà di coscienza ai suoi elettori, decidendo – per il momento – di non appoggiare né Macron né Le Pen al secondo turno. “Ognuno di noi sa, nella sua coscienza, cosa deve fare”, ha detto inoltre Melenchon.

ORE 21:40

Il ministero degli Interni ha rilasciato alcuni risultati parziali. Su 20 milioni di voti conteggiati, Marine Le Pen è data al 24,38 per cento, Macron al 22,19, Fillon al 19,63 e Melenchon al 18,09 per cento. I dati non comprendono le grandi città francesi.

ORE 21:15 

Secondo le proiezioni diffuse negli ultimi minuti non cambiano i valori in campo previsti dai primi exit poll. Si conferma Macron leggermente avanti rispetto a Le Pen. Lo spoglio dei voti nelle prime sezioni – parziale e assolutamente non indicativo – mostra Le Pen in testa col 25 per cento, contro il 21 per cento di Macron. Questo dato tiene conto del risultato di molte zone di provincia (dove le urne sono state chiuse un’ora prima) e non le grandi città dove il Front National ha meno seguito. 

ORE 21:11

Il presidente francese Francois Hollande ha telefonato ad Emmanuel Macron per congratularsi con lui per il raggiungimento del ballottaggio. 

ORE 21:10

La leader del Front National, Marine Le Pen, è intervenuta nel suo comitato elettorale parlando di un risultato storico. Secondo Le Pen, “è arrivato il momento di liberare il popolo francese, io sono la candidata del popolo”. La leader del Front National ha chiesto a tutti i “patrioti” di votare per lei. “Viva il popolo francese, viva la Francia”, ha concluso. 

ORE 21:00

Anche Alain Juppé, presidente dell’Ump, ha fatto appello al voto per Emmanuel Macron al secondo turno. Per la prima volta nella storia della quinta Repubblica, il partito Repubblicano e il partito Socialista sono esclusi dal ballottaggio.

ORE 20:44

Anche François Fillon, candidato dei Repubblicani, ha dichiarato il suo sostegno a Macron per il ballottaggio del 7 maggio, riconoscendo invece la sua sconfitta. Fillon, parlando alla stampa, ha dichiarato: “Miei cari concittadini, nonostante tutti i miei sforzi e la mia determinazione, non sono riuscito a convincervi. Gli ostacoli posti sul mio percorso erano troppi, troppo crudeli. La verità su questa elezione verrà scritta. Questa sconfitta è la mia, solo mia”.

ORE 20:43

In Place de la Bastille a Parigi ci sono scontri tra manifestanti contrari a Marine Le Pen e polizia in assetto antisommossa. Ci sono state esplosioni di petardi, cariche della polizia, lancio di lacrimogeni. Le forze dell’ordine hanno evacuato il centro della piazza.

ORE 20.23

Anche il Primo ministro francese Bernard Cazeneuve, socialista, ha invitato i cittadini a votare Emmanuel Macron al ballottaggio per arginare l’avanzata di Marine Le Pen. Lo stesso ha fatto il ministro degli Esteri Jean-Marc Ayrault:

ORE 20.12

Il candidato socialista Benoît Hamon, che secondo i primissimi exit poll ha raggiunto un deludente 6,2 per cento, si è rivolto ai suoi elettori parlando di cocente sconfitta, e ha invitato a votare Macron pur di evitare una vittoria di Marine Le Pen:

ORE 20:05

In un tweet, la nipote di Marine Le Pen, Marion Maréchal Le Pen, anche lei impegnata nel partito della zia, si è congratulata per i primi risultati del Front National: “È una bella vittoria per tutti i patrioti!”.

ORE 20

Subito dopo la chiusura dei seggi anche nelle grandi aree metropolitane, sono state diffusi i primi exit poll sul voto realizzati da Ipsos-Sopra Steria per France Télévisions, Radio France e Le Monde. Se le cifre dovessero essere confermate dallo spoglio, sarebbero dunque il candidato centrista Macron e la leader del Front National Marine Le Pen a sfidarsi al ballottaggio del 7 maggio: 

Emmanuel Macron : 23,7 %

Marine Le Pen : 21,7 %

François Fillon : 19,5 %

Jean-Luc Mélenchon : 19,5 %

Benoît Hamon : 6,2 %

Nicolas Dupont-Aignan : 5 %

Jean Lassalle 1,5 %

Philippe Poutou 1,2 %

François Asselineau 0,8 %

Nathalie Arthaud 0,7%

Jacques Cheminade : 0,2 %

ORE 19

Nella maggior parte dei comuni si sono concluse le operazioni di voto ed è cominciato lo spoglio, mentre nelle grandi aree urbane sarà possibile votare fino alle 20.

ORE 17

– Il ministero dell’Interno francese ha diffuso i dati dell’affluenza alle urne dalla loro apertura fino alle 17. Al primo turno la partecipazione si è attestata al 69,42 per cento, in confronto al 70,59 del 2012 (stessa ora) e al 73,87 per cento nel 2007. 

ORE 12

– Un seggio elettorale è stato evacuato a Besançon, nell’est della Francia, a causa di un veicolo rubato e lasciato a motore acceso nei pressi della stazione di voto. Lo riferisce il ministero dell’Interno. E’ stato richiesto l’intervento degli artificieri per esaminare il veicolo, contrassegnato anche da una targa falsa. 

– Secondo il ministero dell’Interno francese, l’affluenza al primo turno delle elezioni presidenziali francesi si attesta intorno al 28,54 per cento. Nel 2012, gli elettori registrati alla stessa ora si attestavano al 28,29 per cento, mentre nel 2007 l’affluenza ai seggi nella stessa fascia oraria fu di 31,21 per cento. 

– A mezzogiorno si conosceranno si conosceranno i primi dati sull’affluenza, che verranno aggiornati dal ministero dell’Interno alle 17. Sono 45,67 milioni i francesi chiamati alle urne. Considerando anche i territori d’Oltremare, dove i seggi hanno aperto in anticipo, i centri di voto sono 66.500. 

ORE 11.00

– Alle 11:00. come preannunciato, la candidata all’Eliseo per il Front National ha votato nel seggio di Hénin-Beaumont, dove è stata accolta dai flash dei fotografi in attesa. All’interno del seggio, Marine ha salutati con un bacio gli scrutatori, ha sorriso alle telecamere e dopo aver deposto la scheda nell’urna è andata vita senza rilasciare dichiarazioni, allontanandosi a bordo di un suv seguito da un’altra auto di scorta.

– Negli stessi minuti in cui Le Pen votava, fuori dai seggi è andata in scena una protesta messa in piedi da un’attivista che si è presentata con indosso delle maschere e a seno nudo. L’attivista è stata immediatamente fermata dalla polizia fuori dal seggio elettorale prima dell’arrivo di Le Pen. È probabile che si tratti di un’altra aderente al movimento Femen, già entrato in azione con una contestazione simile con Macron. Le attiviste di Femen avevano già interrotto un comizio di Le Pen a Parigi e su Twitter avevano avvertito che sarebbero “tornate”. Un altro ragazzo con uno zaino sulle spalle è stato fermato a terra e portato via.

— LEGGI ANCHE: Come funzionano le elezioni presidenziali in Francia

— LEGGI ANCHE: Chi è Emmanuel Macron

— LEGGI ANCHE: Chi è Marine Le Pen

— LEGGI ANCHE: Chi è Benoit Hamon

— LEGGI ANCHE: Chi è Jean-Luc Mélenchon 

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus