Me

La Polonia aprirà campi di detenzione per i richiedenti asilo

Una decisione analoga era stata presa dall'Ungheria allo scopo di ridurre il flusso irregolare di migranti anche verso altri paesi

Immagine di copertina

I richiedenti asilo che arrivano in Polonia saranno detenuti in campi in attesa del pronunciamento delle autorità sul loro status. Il ministro degli Interni Mariusz Błaszczak ha annunciato la decisione del governo durante una trasmissione radiofonica il 18 aprile.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il provvedimento polacco è molto simile a quello già deciso dall’Ungheria. Lo scopo è di ridurre il flusso di migranti in arrivo nel paese. Le guardie di frontiera potranno trattenere i richiedenti asilo fino a 28 giorni. “In questo modo eviteremo gli spostamenti illegali verso altri paesi europei”, ha commentato il ministro.

Il governo predisporrà anche dei container per ospitare i migranti. Le organizzazioni per la tutela dei diritti umani hanno espresso critiche nei confronti del provvedimento che sarebbe in contrasto con la Convenzione di Ginevra e con le leggi europee sull’asilo.

Il leader del partito PiS Jarosław Kaczyński ha fatto dell’argomento migrazione uno dei temi caldi della campagna elettorale del 2015 quando accusò i migranti di essere responsabili di portare malattie a lungo scomparse in Europa. Una volta al potere era riuscito a smarcare la Polonia da un accordo per il ricollocamento dei richiedenti asilo nell’Unione europea.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata