Me
Il 21 aprile Gabriele Del Grande potrebbe incontrare il console e il suo avvocato
Condividi su:

Il 21 aprile Gabriele Del Grande potrebbe incontrare il console e il suo avvocato

Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Angelino Alfano. Il giornalista italiano è bloccato in Turchia dal 10 aprile

20 Apr. 2017

La mattina del 21 aprile, alle ore 9, il console italiano incontrerà Gabriele Del Grande. L’annuncio arriva dal ministro degli Esteri Angelino Alfano. Al possibile incontro dovrebbe partecipare anche l’avvocato di Del Grande.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Massimo Del Grande, padre del giornalista bloccato in Turchia, ha spiegato che la “Farnesina ha confermato” l’incontro. “Spero che possa andare in porto, che si possa parlare con lui e che nell’arco della prossima settimana torni a casa”, ha dichiarato.

“Non è stato arrestato, le autorità turche lo hanno fermato. Gabriele è chiuso in una cella, ogni giorno viene interrogato e gli è impedito di parlare con l’esterno. Questo ci sembra un fatto abbastanza grave”, ha detto Massimo Del Grande definendosi “preoccupato” per lo sciopero della fame iniziato dal figlio.

Il presidente del Consiglio italiano, Paolo Gentiloni, ha auspicato che il “problema” di Del Grande venga “rapidamente risolto”. 

Il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ha rinnovato il suo appello per il rilascio immediato del giornalista italiano bloccato in Turchia. “La Turchia deve rispettare la libertà di stampa se vuol far parte dell’Ue”, ha dichiarato.

“Non è un fatto solo italiano”, ha sottolineato Tajani ricordando l’alto numero di “giornalisti in carcere”, citando anche il caso del corrispondente del giornale tedesco Die Welt. Non si può negoziare con l’Ue, secondo il presidente dell’europarlamento, “se si fanno scelte di questo tipo. Peggio ancora se si va verso un referendum per la pena di morte”.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus