Me

La frana della discarica in Sri Lanka ha ucciso almeno 22 persone

Il bilancio delle vittime sembra essere destinato a salire. Secondo alcuni testimoni oltre 100 case sono state sotterrate dai rifiuti

Immagine di copertina

La frana che ha colpito una discarica di rifiuti a Colombo, capitale dello Sri Lanka, ha causato la morte di almeno 22 persone e il ferimento di altre 17. L’incidente è avvenuto venerdì 14 marzo, quando una montagna di spazzatura accumulata in una discarica a Meethotamulla si è rovesciata, per la pioggia e un incendio, su una baraccopoli.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il responsabile delle operazioni di soccorso, R.M.S. Bandara, ha detto al portale di notizie HiruNews che è stato chiesto ad altre 130 famiglie della zona di abbandonare le loro case per timore di ulteriori crolli. Il 15 aprile 625 senzatetto sono stati provvisoriamente ospitati in una scuola, la Terrance De Silva College di Kolonnawa.

I soccorritori continuano a scavare nella montagna di rifiuti alla ricerca di ulteriori vittime che, secondo attivisti sociali cingalesi, potrebbero essere almeno altre dieci.

Secondo alcuni testimoni circa 100 case sono state travolte e sotterrate dalla valanga di rifiuti. 

“L’ostacolo principale è che non abbiamo una chiara idea di quante persone siano sepolte e nessuno sta segnalando la scomparsa di parenti e conoscenti”, ha affermato uno dei soccorritori.  

— LEGGI ANCHE: La frana di una discarica in Sri Lanka ha ucciso almeno sei persone

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata