Me

La United Airlines si è scusata per il caso dell’uomo trascinato di forza fuori da un aereo

L'ad ha affermato di “continuare a essere disturbato” dall'episodio avvenuto in seguito a un caso di overbooking del volo

Immagine di copertina

L’amministratore delegato della United Airlines, Oscar Munoz, si è scusato per l’incidente “davvero raccapricciante” avvenuto il 9 aprile quando un passeggero è stato trascinato via da un aereo con la forza a causa di una situazione di overbooking.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Munoz ha affermato di “continuare a essere disturbato” da quanto avvenuto e registrato in un video diventato virale. L’ad ha assicurato che la compagnia “sistemerà ciò che non ha funzionato in modo che non succeda più”.

La famiglia del passeggero, David Dao, ha rilasciato una dichiarazione esprimendo la sua gratitudine per “l’esternazione di supporto”. L’uomo è ricoverato all’ospedale di Chicago.

Il volo diretto da Chicago a Louisville di domenica 9 aprile aveva visto un’eccedenza di prenotazioni e la compagnia cercava quattro persone che lasciassero il volo per far spazio a quattro membri dello staff che necessitavano di essere a Louisville il giorno successivo. 

Nessun passeggero ha voluto rinunciare al proprio posto e lo staff ha annunciato che un computer avrebbe selezionato casualmente quattro persone. Da lì è nato il caso dell’uomo trascinato via con la forza e poi visto, in un altro video, sanguinante dopo l’intervento della sicurezza. 

— LEGGI ANCHE: Cosa sappiamo sulla vicenda di un uomo trascinato a forza fuori da un aereo

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata