Me

Tutto quello che si può scoprire di una persona da un suo capello

Un nuova tecnica introdotta dai ricercatori della West Virginia University mostra come le reazioni chimiche nei capelli rilevino molte caratteristiche di una persona

Immagine di copertina

Alcuni ricercatori della West Virginia University, negli Stati Uniti, hanno introdotto una nuova tecnica per dedurre le abitudini alimentari, l’indice di massa corporea e il sesso di una persona a partire da una sola ciocca di capelli.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come 

Spesso si parla di quale sia la migliore cura per la nostra chioma, quali alimenti bisogna assumere per renderla più forte e cosa è necessario fare per rallentare la calvizie. Ma cosa dicono i capelli su di noi? Secondo lo studio condotto da questi ricercatori, una sola ciocca può dare molte informazioni su una persona, e non solo dal punto di vista estetico.

Gli scienziati della West Virginia University hanno esposto la loro ricerca nel 253esimo National Meeting and Exposition of the American Chemical Society.

Glen P. Jackson, professore di scienze forensi e leader del progetto, ha spiegato alla rivista online Inverse che questa tecnica potrebbe essere utilizzata per rivelare informazioni nascoste sulle persone. 

I dettagli sulle abitudini alimentari, sul metabolismo e sul sesso sono scritti nei capelli di una persona a un livello atomico. La nuova tecnica consiste nell’esaminare le differenze nei rapporti degli isotopi, ossia gli atomi composti da un solo elemento. La cheratina è una proteina filamentosa composta da aminoacidi e si trova in molte parti del corpo, come i capelli, le unghie e la pelle. 

Gli aminoacidi della cheratina contengono atomi di carbonio, che hanno al loro interno un numero di neutroni che può cambiare e quindi presentare isotopi diversi, dando vita a una reazione chimica, influenzata dal cibo e dal metabolismo. 

I rapporti tra i differenti isotopi negli aminoacidi può rivelare il sesso di una persona, quali cibi ha mangiato e quanto velocemente li ha espulsi dal proprio corpo.

“La composizione aminoacidica del capello umano è diversa da maschio a femmina, non solamente per la quantità degli aminoacidi, ma per i rapporti che gli isotopi hanno tra di loro”, ha spiegato il professore, che spera di vedere impiegato il suo metodo all’interno delle indagini criminali.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata