Me

Una seconda esplosione in una chiesa di Alessandria d’Egitto

La bomba è esplosa fuori dalla cattedrale di San Marco. Al momento dell'esplosione, il papa copto Tawadros stava celebrando la domenica delle Palme

Immagine di copertina

Una seconda esplosione è avvenuta domenica 9 aprile nei pressi della Cattedrale copta di San Marco ad Alessandria d’Egitto, poche ore dopo l’attacco alla chiesa di San Giorgio, nella città di Tanta, a nord del Cairo.

La tv di stato egiziana ha annunciato che almeno due persone sono rimaste uccise e altre 21 sono ferite, mentre il ministero della Salute egiziano ha dichiarato che il numero delle vittime confermato per ora è di sei morti.

Secondo le prime notizie, la bomba è esplosa fuori dalla cattedrale. Al momento dell’esplosione, il papa copto Tawadros II, capo della Chiesa copta, si trovava all’interno della cattedrale impegnato a celebrare la domenica delle Palme. Le autorità locali hanno riferito che il papa è stato condotto in un luogo sicuro.