Me

Esplosione in una chiesa copta in Egitto, almeno 21 morti

L'attentato è stato messo a segno la domenica delle palme e ha preso di mira la chiesa di San Giorgio, a nord del Cairo. Oltre 40 i feriti

Immagine di copertina

Domenica 9 aprile, una forte esplosione in una chiesa nel nord dell’Egitto ha provocato la morte di almeno 21 persone, secondo quanto dichiarato dalle autorità locali citate dalla BBC. L’attacco è avvenuto nella chiesa copta di San Giorgio, nella città di Tanta, a nord del Cairo. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

I media egiziani hanno riferito che almeno 50 persone sono rimaste ferite. La causa dell’esplosione non è ancora nota, anche se la minoranza cristiana in Egitto è stata spesso presa di mira dai militanti islamici negli ultimi anni. 

Testimoni oculari hanno riferito all’agenzia di stampa Reuters che lo scoppio è avvenuto durante le celebrazioni della domenica delle Palme e ha provocato una vera carneficina. “Cè stata una forte esplosione nella sala. Il fumo ha riempito la stanza e molti dei feriti sono apparsi subito in condizioni piuttosto gravi. Ho visto che alcuni avevano parti del corpo dilaniate e organi che fuoriuscivano”, ha raccontato una testimone sentita per telefono.

L’attacco è stato rivendicato dall’Isis, secondo quanto riferito da Amaq, l’organo di propaganda del sedicente Stato islamico.

Nel dicembre del 2016, almeno 25 persone erano morte a causa dell’esplosione di una bomba in una cattedrale copta al Cairo.