Me

Una 15enne di Torino ha provato a uccidersi per sottrarsi a un matrimonio combinato

La ragazza, dopo aver confidato tutto ad un’amica, ha trovato il coraggio di rivolgersi alla polizia per denunciare quanto le stava accadendo

Immagine di copertina

Un’isitituzione che non crolla quella dei matrimoni combinati. Accade ancora sovente che giovani ragazze, poco più che bambine, vengano promesse spose a sconosciuti molti più grandi di loro per volontà delle famiglie.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

L’ultimo caso è stato registrato a Torino l’8 aprile 2017: la 15enne aveva persino tentato di togliersi la vita tagliandosi le vene dei polsi per sottrarsi al destino che i genitori avevano scelto per lei.

Invece la ragazza, dopo aver confidato tutto ad un’amica, ha trovato il coraggio di rivolgersi alla polizia per denunciare quanto le stava accadendo. Il tribunale dei minori ha disposto l’allontanamento della ragazza dalla famiglia e ho segnalato la madre alla Procura.

La 15enne, grazie proprio all’incitamento dell’amica, ha contattato il Servizio emergenza infanzia che a sua volta ha attivato la segnalazione tramite l’Ufficio minori della divisione polizia anticrimine della questura. 

Secondo quanto raccontato dalla ragazza, il matrimonio sarebbe stato imminente: dal banchetto alla cerimonia tutto era pronto, compreso il viaggio in Egitto che l’avrebbe condotta dalla suocera.

La 15enne ha già ripreso le attività scolastiche e secondo quanto riportano i poliziotti sarebbe più serena nella nuova comunità.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**