Me

Una famiglia è rimasta bloccata a 20 metri d’altezza su una giostra a Gardaland

I quattro turisti sono rimasti bloccati a causa di un blackout e messi in salvo dal personale addetto alla sicurezza del parco

Immagine di copertina

Il giorno dell’inaugurazione della stagione 2017 non è andato come previsto nel parco divertimenti di Gardaland, in provincia di Verona. A causa di un blackout alcuni gruppi, tra cui famiglie, si sono ritrovati bloccati a decine di metri di altezza e sono stati poi soccorsi e recuperati dai tecnici. Una famiglia israeliana, genitori e due figli, è stata soccorsa a oltre 20 metri d’altezza sull’attrazione ‘Sequoia’.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

I quattro, che non hanno riportato alcuna conseguenza, sono stati raggiunti dalla squadra di pronto intervento del parco, grazie alla scala d’emergenza, e riportati a terra. Nessuno dei visitatori presenti a Gardaland ha dovuto ricorrere a cure sanitarie per problemi connessi al blackout, riporta Ansa citando la società del parco. 

Dopo circa un’ora di blackout le difficoltà sono rientrate.

“Oggi un anomalo straordinario sbalzo di energia da parte di Enel ha causato guasti a uno dei trasformatori del parco. Ciò ha comportato un immediato blackout dovuto alla mancanza di energia elettrica”, ha reso noto l’ad di Gardaland, Aldo Maria Vigevani, in una nota. “Il Parco ha quindi subito un improvviso blocco di tutte le attività che hanno coinvolto ogni area, le attrazioni e i punti di ristoro”.

Dal canto suo, E-distribuzione, società del Gruppo Enel per la gestione della rete elettrica, in una nota, smentisce di aver avuto alcun disservizio sulle proprie linee.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**