Me

La professoressa egiziana che rischia il posto di lavoro per aver ballato la danza del ventre

Mona Prince ha pubblicato su Facebook un video in cui balla, attirando le critiche di molti e venendo messa sotto indagine dall'università

Immagine di copertina

Una professoressa egiziana rischia di perdere il suo lavoro dopo aver pubblicato su Facebook un video in cui esegue la danza del ventre. Il video è stato largamente condiviso sul social network, insieme ad alcune foto della donna, Mona Prince, in bikini, suscitando polemiche. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Ora l’insegnante di letteratura inglese alla Suez University è stata messa sotto indagine per questa vicenda, secondo quanto riporta il sito Arham Online.

La professoressa ballerina è stata difesa da alcuni utenti di Facebook, ma molti altri l’hanno accusata in quanto ci si aspetterebbe un comportamento diverso da parte di una docente universitaria. Secondo i suoi detrattori, Mona Prince dovrebbe agire secondo le norme e le tradizioni della società egiziana e dovrebbe essere un esempio nei suoi comportamenti.

La preside della facoltà, Mona Saba, ha detto alla Bbc che la professoressa “non rispetta le tradizioni e i valori dell’università” e ha aggiunto che Prince è stata messa sotto indagine per altre questioni relative alla disciplina e al materiale accademico, oltre che ai risultati conseguiti dai suoi studenti.

L’insegnante ha replicato con un post su Facebook, rigettando le accuse e spiegando che si tratta di questioni “puramente amministrative” e che, riguardo ai risultati dei suoi studenti “ci sono i documenti degli esami, potrete valutare”.

Il timore della professoressa è che venga espulsa dall’università, ma nel frattempo – come scrive ancora su Facebook – sottolinea che non smetterà di “ridere, ballare, cantare e scrivere”.

“Ballo alla mia libertà, nella mia casa”, aveva scritto nel post con cui ha pubblicato il video in cui esegue la danza del ventre.

Credit: Mona Prince/Facebook

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Campagna regione lazio