Me

Essere pagati 16mila euro per stare a letto due mesi

L'Istituto di Medicina e fisiologia spaziale cerca 24 candidati tra i 20 e i 45 anni, in forma e non fumatori per un esperimento che simula la mancanza di gravità

Immagine di copertina

Se hai tra i 20 e i 45 anni, sei in perfetta salute, non fumi, pratichi sport regolarmente e ti piace stare a letto, l’Istituto di Medicina e fisiologia spaziale offre il lavoro che fa per te. E anche la paga è invitante: 16mila euro per due mesi di riposo assoluto, forse anche troppo. Sede di lavoro: Tolosa, Francia.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

L’organizzazione di ricerca francese sta cercando dei volontari per studiare gli effetti della microgravità, uno stato di quasi assenza di gravità. E per farlo offre 16mila euro a chi accetta di passare due mesi a letto, senza mai alzarsi, per un esperimento utile per simulare l’effetto dell’assenza di gravità.

L’obiettivo dello studio è “riprodurre l’assenza di gravità della stazione spaziale internazionale”, spiega Arnaud Beck, coordinatore dell’esperimento.

L’istituto selezionerà 24 candidati che devono avere alcuni requisiti: essere in forma, sportivi, avere tra i 20 e i 45 anni, non devono essere fumatori e non devono avere allergie, oltre ad avere un’indice di massa corporea tra i 22 e i 27. Prima di iniziare l’esperimento vero e proprio, chi accetta sarà sottoposto a una serie di test per due settimane. 

“Durante le prime due settimane i nostri scienziati faranno una serie di test sui volontari. Questa fase sarà seguita da un periodo di 60 giorni durante il quale dovranno rimanere a letto con la testa leggermente inclinata verso il basso”, spiega il coordinatore del progetto.

Beck avverte che il lavoro è molto più duro di quanto non sembri e sottolinea che coloro che accetteranno questo incarico dovranno fare tutto – mangiare, lavarsi ed esplicare le loro funzioni fisiologiche – rimanendo a letto. “La regola prevede che devi tenere almeno una spalla a contatto con il letto”.

Le ultime due settimane serviranno a “recuperare” e per sottoporsi a ulteriori test per capire le conseguenze che può avere non mettere piede a terra per due mesi.

“In alcune condizioni il sistema cardiovascolare ne risente e non è poi capace di riprodurre gli stessi sforzi che faceva invece prima dell’esperimento. Abbiamo già notato una tendenza all’abbassamento della pressione e alle vertigini”, spiega Beck.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata