Me

Cosa è successo il 4 aprile nel mondo

Un riassunto semplice e chiaro di quello che è successo oggi nel mondo

Immagine di copertina

Siria: Almeno 50 morti, tra cui 11 minori. Secondo altre fonti, i morti sono 100 e 400 i feriti. Il bilancio delle vittime dell’attacco aereo con armi chimiche avvenuto nella città siriana di Khan Sheikhoun, nella provincia di Idlib, in mano agli insorti dell’organizzazione Fatah al Sham (ex Fronte al Nusra), è però provvisorio. Si teme che il numero possa ulteriormente crescere.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Russia: I servizi di sicurezza kirghisi hanno rivelato l’identità del kamizaze che si è fatto esplodere nel tunnel della metropolitana. Si tratta di Akbarzhon Jalilov, nato nella città di Osh nel 1995. Informazione confermata dalla Russia dopo il test del Dna.

Italia: È morto all’età di 92 anni il politologo Giovanni Sartori. Considerato uno dei massimi esperti della scienza della politica in Italia, Sartori aveva coniato i nomi delle legge elettorali “Mattarellum” e “Porcellum”.

Malesia: Il gruppo per i diritti umani nazionale del paese ha affermato che più di 600 persone sono morte all’interno dei centri di detenzione per i migranti e delle prigioni negli ultimi due anni, e ha chiesto una riforma immediata di questo settore.

Stati Uniti: Il Dipartimento di stato Usa ha annunciato che bloccherà i finanziamenti diretti allo United Nation Population Fund (Unpf), l’agenzia dell’Onu che si occupa di pianificazione familiare e della salute di madri e bambini in circa 150 paesi del mondo.

Colombia: Continuano le ricerche di eventuali sopravvissuti degli allagamenti e della frana avvenuti nella zona di Mocoa, in Colombia, sabato 1 aprile. Il numero delle vittime registrato è di 273 persone. Alcuni dei cadaveri sono stati restituiti alle famiglie per i funerali.

Stati Uniti: Il Senato è pronto a invocare “l’opzione nucleare” sulla nomina del candidato giudice della Corte Suprema, Neil Gorsuch, dopo che i senatori democratici hanno annunciato di fare ostruzionismo sul voto. Dal 2016, dopo la morte del giudice Antonin Scalia, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha un posto vacante. 

Russia: Le autorità cecene hanno lanciato una campagna contro gli omosessuali con circa 100 arresti. A riferirlo sono stati il giornale russo Novaya Gazeta e alcune organizzazioni per la tutela dei diritti umani. 

Stati Uniti: Donald Trump ha deciso di donare lo stipendio dei suoi primi tre mesi da presidente al National Park Service, l’agenzia federale statunitense incaricata della gestione dei parchi nazionali, dei monumenti nazionali e di altri luoghi protetti. Si tratta di un assegno da 78.333 dollari. Ad annunciarlo è stato il portavoce della Casa Bianca Sean Spicer.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata