Me

In Finlandia ci sono 100mila posti di lavoro disponibili, ma nessuno ne approfitta

Il ministro dell'Economia annuncia una proposta legislativa per incentivare gli spostamenti dei dipendenti e per l'arrivo di più immigrati

Immagine di copertina

In Finlandia ci sono 100mila posti di lavoro a disposizione e non si riescono a trovare abbastanza persone da assumere. Le motivazioni sarebbero legate alla difficoltà di riscontrare determinate competenze nella forza lavoro che comunque, nella maggior parte dei casi, risiede lontano dalla potenziale occupazione.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il dato è stato rivelato dal ministro dell’Economia Mika Lintilä che ha sottolineato come la mancanza di forza lavoro sia molto più diffusa di quanto si pensi. “Ho girato per tutte le province e tutte denunciano lo stesso problema”, ha detto il ministro.

I disoccupati nel paese raggiungono quota 300mila, ma non ci sarebbero lavoratori specializzati disponibili a soddisfare l’attuale domanda, cresciuta soprattutto nel settore navale e automobilistico. “Dovremo pensare a come gestire la situazione e aiutare le persone a spostarsi dove sono le occasioni di impiego”, ha aggiunto Lintilä says. Entro la fine del mese di aprile dovrebbe arrivare una proposta governativa sulla questione.

Il mancato incontro tra domanda e offerta nel mercato del lavoro è generato soprattutto dalla distanza geografica. La legge finlandese prevede per i datori di lavoro la possibilità di assumere personale che risiede entro un raggio di 80 chilometri e comunque con la possibilità di raggiungere il posto di lavoro in massimo 3 ore di viaggio.

“Alla fine dovremo considerare di aumentare il numero di immigrati. Al momento è inferiore rispetto ai paesi vicini”, ha concluso il ministro. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Campagna regione lazio