Me

Perché i neozelandesi stanno tracciando peni con il loro gps

In Nuova Zelanda una campagna mira ad aumentare la consapevolezza sul cancro al testicolo, invitando chi fa jogging a tracciare disegni di peni sulle mappe con il gps

Immagine di copertina

Il cancro al testicolo è un argomento di cui ancora si parla troppo poco. Questo tumore colpisce soprattutto la popolazione giovane (in genere tra i 20 e i 40 anni).

 — Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

In Nuova Zelanda una nuova campagna denominata #GoBallsOut mira ad aumentare la consapevolezza su questa malattia, invitando chi fa jogging a tracciare disegni di peni sulle mappe con il gps. L’associazione Testicular Cancer New Zealand sta chiedendo agli utenti di caricare poi l’immagine sui social network, sfidando gli amici a fare lo stesso. 

“Ci auguriamo che questa campagna possa convincere la gente a parlare di questo tabù e a fare attività fisica”, ha detto Graeme Woodside, Ceo di Testicular Cancer New Zealand. 

“Vogliamo che i giovani aderiscano alla campagna ‘Go Balls Out’ per mostrare al mondo che hanno ricevuto il messaggio e che sono disposti a parlarne e ad effettuare check-up di controllo”.

La sfida non è solo limitata alla corsa. C’è chi ha afferrato la sfida anche in kayak e c’è chi lo ha fatto pilotando un aereo. (Il pezzo continua dopo l’immagine). 

Chiedere alla gente di aderire a #GoBallsOut aumenta la consapevolezza del cancro ai testicoli in modo provocatorio e immediato. Vogliamo che la gente si controlli i testicoli per scongiurare il pericolo”, ha proseguito Woodside. 

Nella fascia di età fino a 50 anni il cancro al testicolo costituisce il tipo di tumore principale (12 per cento di tutte le diagnosi nel genere maschile). Fino alla metà degli anni Settanta, nove uomini su 10 con tumore del testicolo morivano nel giro di un anno. Oggi i tumori del testicolo guariscono nel 95 per cento dei casi. Nel 2015 in Italia si sono registrati circa 2.000 casi, secondo quanto riferisce l’Airc, l’associazione italiana per la ricerca sul cancro.

Uno dei modi più immediati di fare prevenzione è l’autopalpazione. Adulti e ragazzi dovrebbero conoscere dimensioni e aspetto dei loro testicoli, esaminandoli almeno una volta al mese dopo un bagno caldo, cioè con il sacco scrotale rilassato. Ogni testicolo andrebbe esaminato facendolo ruotare tra pollice e indice alla ricerca di anomalie, che dovrebbero essere immediatamente riferiti al medico.

— LEGGI ANCHE: Il video che vi spiega come autopalparvi i testicoli per prevenire il tumore

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata