Me

La Malesia restituirà il corpo del fratellastro di Kim Jong-un alla Corea del Nord

Il primo ministro malese Najib Razak ha comunicato che la decisione è stata presa su richiesta della famiglia a seguito dell'autopsia sul cadavere di Kim Jong-nam

Immagine di copertina

Il primo ministro malese Najib Razak ha detto il 30 marzo che il corpo di Kim Jong-nam, fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong-un, sarà riconsegnato alla Corea del Nord su richiesta della famiglia.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il capo del governo ha riferito anche che a nove cittadini ai quali era stato vietato di lasciare la Corea del Nord è stato consentito di tornare in Malesia e che i rispettivi divieti di circolazione sono stati cancellati.

“A seguito dell’autopsia e di una lettera della famiglia, il medico legale ha dato il suo permesso per il rilascio del corpo”, ha detto Najib in un comunicato nel quale comunque il nome Kim Jong-nam non viene mai citato.

Kim Jong-nam era stato ucciso durante un agguato con il gas nervino nell’aeroporto di Kuala Lumpur. Il governo nordcoreano non ha mai identificato il cadavere di Kim Jong-nam e ha criticato le indagini compiute dalla Malesia per risalire ai responsabili dell’omicidio. Pyongyang continua a riferirsi a lui citando il nome riportato sul suo passaporto al momento della morte, Kim Chol.

La contrapposizione tra i due paesi era sfociata in una crisi diplomatica con l’espulsione dei rispettivi ambasciatori e il divieto di libera circolazione imposto da ciascun paese ai cittadini dell’altro sul proprio territorio.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata