Me

Il mistero dei 14 ragazzi nudi davanti ad Auschwitz che hanno sgozzato una pecora

Non si conoscono i motivi che hanno spinto i ragazzi e le ragazze ventenni a compiere questo gesto e a incatenarsi all'ingresso del campo di sterminio

Immagine di copertina

Quattordici ragazzi e ragazze tra i 20 e i 27 anni si sono denudati davanti ai cancelli d’ingresso del campo di sterminio nazista di Auschwitz-Birkenau e hanno sgozzato una pecora. In seguito si sono incatenati l’uno con l’altro davanti all’insegna che riporta la scritta “Arbeit macht frei”, “Il lavoro rende liberi”. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

A riportarlo è l’agenzia di stampa Afp, citando quanto riportato dal museo del campo nel sud della Polonia.

Non si è a conoscenza dei motivi che hanno portato a questo gesto né è stata fornita l’identità di chi l’ha compiuto. Secondo quanto comunicato da alcuni media locali, i giovani hanno usato un drone per filmare l’episodio.

La guardia presente all’ingresso del sito è intervenuta e la polizia ha fermato le 14 persone coinvolte.

“I giovani saranno trasferiti alla stazione di polizia per l’interrogatorio. Un vasto numero di agenti di polizia si trova sul luogo”, ha dichiarato ad Afp la portavoce della polizia Malgorzata Jurecka.

“Questa è la prima volta che succede qualcosa del genere ad Auschwitz”, ha dichiarato il direttore del museo Piotr Cywinski.

La Germania nazista costruì il campo di Auschwitz dopo l’occupazione della Polonia durante la seconda guerra mondiale. Il luogo è diventato il simbolo del genocidio nazista di sei milioni di ebrei, tra cui un milione di persone uccise all’interno del campo tra il 1940 e il 1945.

“Qualsiasi utilizzo di Auschwitz per motivazioni politiche, ricorrendo all’uso del campo per rivendicazioni morali, non è il modo in cui Auschwitz dovrebbe essere ricordato”, ha detto il capo della polizia polacca Rabbi Michael Schudrich.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Campagna regione lazio