Me

È stata identificata la terza vittima dell’attacco di Londra

Si tratta di un turista americano, Kurt Cochran, in vacanza con la moglie, rimasta ferita sul ponte. I due sarebbero dovuti rientrare negli Stati Uniti il 23 marzo

Immagine di copertina

È stata identificata la terza vittima dell’attacco avvenuto nel cuore di Londra, il 22 marzo 2017. Si tratta di Kurt Cochran, un turista americano di West Bountiful, nello stato dello Utah. L’uomo, di 54 anni, era in viaggio in Europa con la moglie Melissa, di 46 anni, per celebrare il loro 25esimo matrimonio. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il 22 marzo i due si accingevano a completare il tour londinese prima di tornare a casa negli Stati Uniti, il giorno successivo. Doveva essere una vacanza da sogno, ma è stata bruscamente interrotta sul lato sud di Westminster Bridge.

Dalle prime ricostruzioni l’uomo sarebbe caduto giù dal ponte, anche se non è ancora chiaro se si sia lanciato o se sia stato falciato dal Suv, lanciata ad alta velocità. 

La moglie è stata travolta dall’auto in corsa ed è stata ritrovata stesa a terra sanguinante, su un mucchio di cartoline sparse. L’immagine della donna ferita e soccorsa da una passante è apparsa sulle prime pagine dei principali giornali internazionali.

Al momento, Melissa Cochran si trova ricoverata in un ospedale londinese per le fratture riportate alla gamba e a una costola. 

La morte di Kurt Cochran è stata confermata dalla famiglia giovedì 23 marzo in una dichiarazione resa pubblica:

“La nostra famiglia ha il cuore spezzato dopo aver appreso della morte di nostro genero, Kurt W. Cochran, rimasto vittima di un attacco terroristico a Londra. Kurt era un uomo buono e un marito amorevole per nostra figlia Melissa. Erano in Europa per celebrare il loro 25esimo anniversario di matrimonio e giovedì sarebbero tornati negli Stati Uniti”.

In un post su Facebook scritto dalla sorella di Melissa, Sara Payne McFarland si legge: “Se per un verso possiamo tirare un sospiro di sollievo nel sapere che Melissa è viva, i nostri cuori sono a pezzi dopo aver saputo che il nostro caro Kurt non ce l’ha fatta. Kurt sei un eroe, non ti dimenticheremo mai”. 

Nel momento in cui l’uomo a bordo del veicolo ha iniziato la sua folle corsa, i coniugi Cochran si trovavano di fronte al palazzo del parlamento. Kurt è stato scaraventato oltre il bordo ed è caduto di sotto, su una passerella per accedere al ponte. È morto per le gravi ferite riportate.

Dopo la conferma della morte di Kurt Cochran, sul profilo Twitter del presidente americano Donald Trump è apparso un post di condoglianze, in cui definisce l’uomo “un grande americano”.

Qui sotto il post pubblicato su Facebook dalla sorella di Melissa per ricordare il cognato Kurt Cochran, ucciso nell’attacco di Londra:

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Campagna regione lazio