Me

Il portavoce della polizia dell’Uganda è stato ucciso in un attentato

Andrew Felix Kaweesi si trovava nella sua auto per andare al lavoro. Insieme a lui sono morti anche il suo autista e la guardia del corpo

Immagine di copertina

Il portavoce della polizia dell’Uganda, Andrew Felix Kaweesi, è stato ucciso insieme alla sua guardia del corpo e al suo autista. Alcuni uomini armati hanno aperto il fuoco davanti alla sua casa nella capitale del paese il 17 marzo 2017.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Kaweesi si trovava nella sua automobile per andare al lavoro al momento dell’attentato. La notizia è stata riferita dal portavoce del presidente Don Wanyama.

Non ci sono informazioni sul possibile movente, anche se questo è solo l’ultimo di una serie di omicidi che hanno fatto crescere il timore dell’insicurezza nella città di Kampala, in particolare nel quartiere dove si è verificato l’attentato che ha un tasso di criminalità molto elevato.

L’ultima apparizione pubblica di Kaweesi è stata il 15 marzo. In quell’occasione aveva commentato le accuse nei confronti delle forze ugandesi di aver ucciso molte persone in un attacco contro un capo tribale nel mese di novembre.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata