Me

La ragazza che ha accettato la sua vitiligine rendendola un’opera d’arte

Ash usa le forme della sua vitiligine per opere di body art, e ha documentato le sue diverse creazioni su Instagram, dove il suo profilo ha più di 80mila follower

Immagine di copertina

Ash Soto, una ragazza ventunenne di Orlando, Florida, ha vissuto una vita assolutamente normale fino ai dodici anni. Solo allora apparve sul suo collo una macchiolina, che nel giro di un anno si era trasformata in una serie di chiazze bianche sulla pelle che avevano coperto circa il 75 per cento della superficie del suo corpo. 

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Si trattava di vitiligine, una condizione relativa al colore della pelle che riguarda circa l’uno per cento della popolazione mondiale, e il cui esempio più noto all’opinione pubblica è quello di Michael Jackson.

Ash non ha mai avuto un buon rapporto con questa condizione della sua pelle, soprattutto dopo che in giovane età cominciarono le prese in giro e le battute dei suoi coetanei.

Ora però, a ventun anni, ha deciso di smettere di vergognarsi del suo corpo e anzi di farne un’opera d’arte, come spiega lei stessa: “Non ho mai capito quant’era bella la mia vitiligine fino a quando non ne ho tracciato i contorni con un pennarello nero, aiuta davvero a far emergere i diversi colori della mia pelle”.

Ash ha quindi cominciato a usare le forme della sua vitiligine per realizzare opere di body art, e ha documentato le sue diverse creazioni su Instagram, dove il suo profilo ha raggiunto più di 80mila follower.

Nella gallery, alcuni esempi dei disegni che l’hanno aiutata ad accettare il suo corpo.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Campagna regione lazio