Me

Dopo quello delle Hawaii anche un giudice federale del Maryland ha bloccato il Muslim Ban di Trump

L'ordine esecutivo era stato già bloccato da un giudice dello stato delle Hawaii a livello nazionale

Immagine di copertina

Un giudice federale del Maryland ha bloccato il nuovo Muslim Ban voluto dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump. La decisione segue quella di un giudice dello stato delle Hawaii che aveva bloccato a livello nazionale il nuovo ordine esecutivo per limitare temporaneamente l’accesso negli Stati Uniti ai cittadini provenienti da sei paesi a maggioranza musulmana.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il giudice Theodore Chuang ha emesso la sua sentenza giovedì 16 marzo 2017 esprimendosi su una richiesta di alcune associazioni che rappresentano immigrati e rifugiati. I gruppi hanno sottolineato che l’ordine esecutivo discrimina i musulmani, cosa che lo renderebbe incostituzionale. 

I ricorrenti del Maryland hanno inoltre sostenuto che il bando riduce illegalmente il numero di rifugiati autorizzati a entrare negli Stati Uniti quest’anno. 

L’ordine esecutivo avrebbe vietato per 90 giorni l’ingresso nel paese ai cittadini di sei paesi a maggioranza musulmana e per 120 giorni ai rifugiati.

Una prima versione del provvedimento, firmata a gennaio 2017, ha provocato proteste in tutto il paese ed è stata bloccata da un giudice di Seattle.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata