Me

Il monumento che Brixton vuole dedicare a David Bowie

Il cantante, morto il 10 gennaio 2016 dopo una battaglia con il cancro, era nato nel 1947 nel quartiere londinese, che ora vuole omaggiarlo a modo suo

Immagine di copertina

A poco più di un anno di distanza dalla morte di David Bowie, avvenuta il 10 gennaio 2016 a New York, i suoi fan di Brixton, sobborgo londinese dove l’artista nacque nel 1947, stanno pianificando di realizzare un monumento in suo onore proprio nei pressi della sua casa natale.

Un gruppo di artisti ha ipotizzato di costruire un fulmine rosso e blu alto quasi quanto tre piani di un palazzo, per omaggiare il celebre fulmine che l’artista aveva dipinto sul volto nella copertina del suo album Aladdin Sane, del 1973.

Da allora il fulmine è diventato uno dei simboli più conosciuti di Bowie, tanto da apparire perfino sull’emoji che gli è stata dedicata negli ultimi mesi:

La compagnia di design londinese This Ain’t Rock ‘N’ Roll, dopo aver contattato il management di Bowie, ha lanciato martedì 21 febbraio una raccolta fondi online per la costruzione del monumento, che in caso di effettiva realizzazione sarebbe edificato a cinque vie di distanza dalla casa di a Stansfield Road in cui nacque Bowie.

Questo un video di promozione per la costruzione del monumento:

Gli organizzatori stanno cercando di raccogliere 990mila sterline (circa 1,2 milioni di euro), attraverso un sito web dove chiunque può partecipare al progetto fino al 21 marzo.

La città di Brixton ha già omaggiato Bowie nel 2013 con un dipinto dall’artista australiano Jimmy C, che dopo la morte dell’artista è rapidamente diventato una sorta di santuario permanente alla memoria di Bowie.

(Credit: Reuters)

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**