Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Quattro soldati russi uccisi nell’esplosione di un veicolo militare in Siria

Altre due persone sono rimaste ferite. Mosca parla di attentato: a far saltare in aria l'auto sarebbe stata una mina radiocomandata

Immagine di copertina

Quattro militari russi sono morti e due sono rimasti feriti in Siria in seguito all’esplosione di un auto. La vettura, che faceva parte di un gruppo di automobili delle forze siriane in viaggio dall’aeroporto di Tiyas a Homs, è saltata in aria  il 16 febbraio, ma la notizia è stata diffusa dal ministero della Difesa russo solo il 20 febbraio.

Secondo quanto riporta l’agenzia di Mosca Interfax, che cita il comunicato del ministero, le vittime sarebbero “consiglieri militari”. A causare l’esplosione sarebbe stata una mina radiocomandata.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**