Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

5 morti in Guinea per scontri dopo lo sciopero degli insegnanti

Per il governo le proteste erano illegali. Arrestate 12 persone

Almeno cinque persone sono state uccise a Conakry, capitale della Guinea, lunedì 20 febbraio, a seguito di una protesta iniziata durante lo sciopero degli insegnanti, secondo quanto riportato dal governo. 

Lo sciopero dei docenti è stato lanciato il primo febbraio contro la decisione di licenziare o tagliare i salari di molti giovani insegnanti.
Alcuni assalitori non identificati hanno attaccato una stazione della polizia e si sono scontrati con gli agenti in alcune zone di Conakry, secondo quanto riportato dai testimoni. 
Il governo ha dichiarato le proteste “illegali e proibite”. Altre 30 persone sono rimaste ferite, comprese alcune forze dell’ordine, e 12 sono state arrestate. 

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**