Me

I vincitori del Festival di Berlino

I premi sono stati annunciati nella sera di sabato 18 febbraio. Tra i premiati anche il regista finlandese Aki Kaurismaki per la migliore regia

Immagine di copertina

La regista ungherese Ildikó Eneydi ha vinto nella serata di sabato 18 febbraio l’Orso d’oro al 67esimo Festival di Berlino col suo ultimo film On body and soul.

La storia d’amore atipica tra una donna sola e un uomo con un braccio paralizzato ha conquistato la giuria guidata da Paul Verhoeven, regista olandese di film come Basic Instinct, Robocop e dell’ultimo Elle

L’Orso d’Argento per la migliore regia è invece andato al regista finlandese Aki Kaurismak, autore di Toivon tuolla puolen (titolo internazionale: The Other Side of Hope), mentre al franco-senegalese Felicité di Alain Gomis è stato assegnato il Gran Premio della Giuria. 

I premi agli attori hanno invece visto trionfare la sudcoreana Kim Minhee in On The Beach At Night Alone del regista Hong Sangsoo e il tedesco Georg Friedrich per Helle Nächte di Thomas Arslan.

La giuria del Festival quest’anno vedeva schierati il presidente olandese Paul Verhoeven, il regista cinese Wang Quan’an, le attrici Maggie Gyllenhaal, statunitense, e la tedesca Julia Jentsch, la produttrice tunisina Dora Bouchoucha Fourati, l’attore messicano Diego Luna, e l’artista islandese Olafur.

Unica nota italiana tra i premi, quello alla carriera per Milena Canonero, storica figura nell’ambito dei costumi, già più volte Oscar e collaboratrice di mostri sacri come Kubrick e Scorsese.