Me
La mappa della metro di Roma per aiutare le donne vittime di violenza
Condividi su:

La mappa della metro di Roma per aiutare le donne vittime di violenza

I nomi delle fermate sono stati sostituiti con quelli dei commissariati raggiungibili a piedi, per invitare le vittime a denunciare il proprio aguzzino

20 Giu. 2017

Una mappa della metro dei commissariati di Roma, tutti raggiungibili a piedi a meno di un chilometro dalle fermate della metropolitana, per invitare le donne vittime di violenza domestica a denunciare il proprio aguzzino e “scendere” il prima possibile da un amore sbagliato.

Con lo slogan “Se l’amore fa male, ora sai dove scendere”, la polizia di stato, l’associazione Giulia sotto la metro e la Scuola internazionale di teatro di improvvisazione (Siti) hanno lanciato, nel giorno di San Valentino, una mappa utile per tutte le donne che hanno bisogno di essere aiutate e assistite.

La mappa è accompagnata da un video realizzato dagli allievi della scuola di teatro. La produttrice esecutiva e creativa del progetto è Maria Beatrice Alonzi.

“Ci sono giorni in cui, più che in altri, dimentichiamo cosa possa succedere tra le mura delle case che non conosciamo”, si legge sulla pagina Facebook. “Dimentichiamo di guardare le ragazze, le donne, che ci passano accanto, che sembrano uguali alle altre ma sembrano e basta: perché sono molto più sole. La solitudine dà loro la sensazione di non poter cambiare le cose, il mondo nel quale vivono”.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus