Me

Cosa resta degli impianti sportivi di Rio dopo le Olimpiadi

La città brasiliana ha mostrato il suo lato migliore durante i Giochi di agosto 2016, ma a pochi mesi di distanza quei luoghi sono ormai immersi nel degrado

Immagine di copertina

Dal 5 al 21 agosto 2016 Rio de Janeiro è stata la capitale del mondo dello sport grazie ai 28esimi Giochi olimpici, che hanno attratto moltissimi visitatori e sono stati l’occasione per la città brasiliana di mettere in mostra il suo lato più sfavillante.

Se ad agosto 2016 Rio poteva vantare strutture e complessi sportivi di primo piano, allora affollatissimi di atleti e spettatori, oggi quei luoghi avveniristici ormai vuoti hanno un aspetto decisamente diverso.

In una serie di inquietanti nuove foto diffuse all’inizio di febbraio, gli impianti olimpici di Rio si mostrano sporchi e abbandonati appena sei mesi dopo la fine dei Giochi, rendendo difficile credere che quei luoghi abbiano ospitato le Olimpiadi così di recente.

Il Villaggio olimpico si è trasformato in una città fantasma; allo stadio Maracanà l’energia elettrica è stata spenta perché nessuno è intenzionato a pagare; l’acqua di una piscina è di colore arancione e moltissimi seggiolini dello stadio sono stati rimossi e accatastati.

Sembra che Rio abbia quindi seguito la scia di molte altre città che avevano ospitato le Olimpiadi in passato, che come mostra questa fotogallery avevano a loro volta offerto spettacoli di degrado dopo le cerimonie di chiusura delle loro edizioni.

— LEGGI ANCHE: Come sono oggi i luoghi che hanno ospitato le Olimpiadi in passato

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**