Me

Le coppie sposate in Giappone non fanno sesso

Oltre il 40 per cento dei giapponesi tra i 18 e i 34 anni sono vergini e dopo il matrimonio non hanno tempo per il sesso

Immagine di copertina

Non è una buona notizia quella che emerge proprio nel giorno di San Valentino sulla vita di coppia dei giapponesi: fanno sempre meno sesso. È quanto svela un sondaggio condotto dall’associazione del Giappone per la pianificazione familiare.

Nelle interviste svolte alla fine del 2016 con oltre 1.200 rispondenti (su un campione di tremila persone di età compresa tra i 16 e i 49 anni) di cui 655 uomini e donne sposati, è venuto a galla un dato sconfortante: metà delle coppie unite in matrimonio non facevano sesso da più di un mese e non ritenevano che lo avrebbe fatto nel prossimo futuro.

Il 47,2 per cento delle donne e uomini sposati hanno dichiarato di essere coinvolti in un matrimonio privo di attività sessuale. Questo dato, comparato alla precedente rilevazione di due anni prima, conferma che quella del matrimonio senza sesso è una tendenza in crescita. Che si tratti di una perdita della libido di proporzioni nazionali?

C’è chi ha messo in relazione la scarsa propensione al sesso dei giapponesi con il fatto che gli impegni lavorativi e familiari lascino poco spazio alle attività in camera da letto, e questa ipotesi sembra trovare conferma nel fatto che le coppie più interessate dal fenomeno sono quelle tra i 45 e i 50 anni, fascia d’età in cui, a quanto pare, è più difficile trovare il tempo e le energie da dedicare al sesso.

Se consideriamo l’etica del lavoro che fagocita buona parte delle ore di veglia a disposizione dei lavoratori giapponesi, il fatto che oltre il 40 per cento dei giovani nipponici tra i 18 e i 34 anni è ancora vergine, e un tasso di fertilità di 1,4 bambini per donna, la popolazione del Giappone è destinata al declino e potrebbe passare, entro il 2060, dai 127 agli 86 milioni.

— LEGGI ANCHE: Come il Giappone vuole risolvere i suoi problemi con i suicidi da super lavoro

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**