Me

Caso Cucchi, chiesto il rinvio a giudizio per cinque carabinieri

L'accusa è omicidio preterintenzionale. I militari arrestarono il geometra trentenne il 15 ottobre 2009. Il ragazzo morì sette giorni dopo

Immagine di copertina

La procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio dei cinque carabinieri coinvolti nell’inchiesta sulla morte di Stefano Cucchi, avvenuta il 22 ottobre 2009 presso l’ospedale Sandro Pertini. Per i tre militari che arrestarono il geometra trentenne il 15 ottobre precedente, e ritenuti autori del pestaggio, l’accusa è di omicidio preterintenzionale. Ad altri due carabinieri sono stati contestati i reati di calunnia e falso.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**