Me

Cosa è successo il 13 febbraio nel mondo

Un riassunto semplice e chiaro di quello che è successo oggi nel mondo

Immagine di copertina

Pakistan – una bomba è esplosa durante una protesta nella città orientale di Lahore, uccidendo almeno 11 persone e ferendone 83. Tra le vittime anche due ufficiali di polizia. Testimoni riferiscono che un uomo su una motocicletta si è lanciato sulla folla per poi farsi esplodere. L’attacco è stato rivendicato da Jamaat-ur-Ahrar, una fazione dei Taliban, che hanno detto di aver agito in risposta alle operazioni militari in Pakistan.

Stati Uniti – a causa del possibile crollo di una diga, almeno 188mila persone sono state evacuate da Oroville, nel nord della California, 240 chilometri a nordest di San Francisco. Nonostante il forte flusso d’acqua che fuoriusciva dalla diga si sia fermato, resta l’ordine di evacuazione e continuano le operazioni per mettere in sicurezza la struttura. Alcuni video mostrano la situazione.

Francia – una valanga ha causato quattro morti a Tignes, in Savoia. La neve ha investito alcune persone che stavano facendo snowboard nel settore fuori pista di La Toviere. All’inizio la polizia francese aveva parlato di quattro morti su un totale di nove persone disperse, affermando che “non c’era probabilmente nessuna speranza per gli altri cinque”. Un conteggio fortunatamente errato.

Italia – si sta svolgendo in queste ore a Roma la direzione del Partito democratico, durante la quale il segretario del Pd Matteo Renzi ha dichiarato che ritiene opportuno che si svolga un congresso del partito prima delle prossime elezioni. Su questo è stato incalzato dall’ex segretario Pierluigi Bersani, il quale ha chiesto al partito di portare a conclusione questa legislatura fino alla sua scadenza naturale, nel febbraio 2018.

Nuova Zelanda – uno dei più imponenti episodi di spiaggiamento di cetacei nella storia del paese rischia ora di diventare un enorme problema di smaltimento delle carcasse. Le centinaia di animali disseminate sulla spiaggia sono soggette al fenomeno delle esplosioni spontanee e l’equipaggio di volontari e veterinari presenti sull’isola deve risolvere la questione.

Italia – la Commissione europea ha confermato i dati sul deficit italiano per il 2017, stimato al 2,4 per cento del Pil come già previsto nello scorso novembre. Lieve correzione invece per il 2018, quando il deficit dovrebbe attestarsi al 2,6 per cento e non al 2,5 per cento previsto inizialmente. Per il nostro paese prevista una crescita stabile ma modesta.

Iraq – diversi volontari musulmani hanno cominciato la restaurazione di una chiesa nella parte orientale di Mosul recentemente sottratta ai miliziani del sedicente Stato islamico. Si tratta di una cinquantina di giovani iracheni che ripuliranno e risistemeranno la chiesa della Vergine Maria nel quartiere di Dergazliya, che durante l’occupazione dell’Isis era stata trasformata in una sede della polizia morale. Molti altri luoghi di culto, sia chiese che moschee, sono state distrutte dai miliziani jihadisti.

Germania – il jihadista di origine uzbeka che la notte di Capodanno ha ucciso 39 persone nella discoteca Reina di Istanbul, ha chiesto di essere condannato a morte. Abdulkadir Masharipov avrebbe ammesso l’affiliazione all’Isis, pur negando di aver partecipato ad altri attacchi prima dell’attentato al Reina.

Taiwan – un autobus turistico è uscito di strada e si è ribaltato vicino la capitale Taipei provocando la morte di almeno 32 persone. Il mezzo si è ribaltato mentre percorreva una curva a gomito. Oltre 40 persone si trovavano a bordo. La maggior parte di queste erano turisti.

Italia – un sedicenne si è tolto la vita nel corso di una perquisizione della Guardia di Finanza nella sua abitazione a Lavagna, vicino Genova. La perquisizione è scaturita da un precedente controllo degli agenti nella scuola del ragazzo. Dopo essere stato fermato vicino all’istituto, il giovane aveva confessato ai militari di possedere una piccola quantità di droga leggera. Durante la perquisizione, cui stava assistendo la madre, lo studente si è gettato dal balcone al terzo piano.

Siria – un video diffuso dal ministero della Difesa russo mostra le nuove distruzioni nel sito archeologico di Palmira ad opera dei miliziani dell’Isis. Intanto, un altro battaglione della polizia militare russa è stato inviato in Siria dalla Repubblica dell’Inguscezia, nel Caucaso settentrionale, per contribuire alla sicurezza dell’aeronautica russa.

Libia – secondo un quotidiano del Bahrein il premier libico Fayez al-Serraj e il generale Khalifa Haftar si sarebbero incontrati al Cairo, in Egitto. Un incontro nella capitale egiziana fra i due era stato preannunciato il mese scorso dallo stesso Serraj e da funzionari egiziani.

Stati Uniti – La 57esima edizione dei Grammy Awards ha premiato numerosi artisti per le 65 categorie in gara. Tra tutti sono Adele, Beyoncé e Chance the Rapper ad aver dominato, insieme allo scomparso David Bowie, vincitore di 5 premi postumi. Ecco chi sono tutti i vincitori e i video dei Grammy. Tra i momenti più emozionanti: il tributo, momentaneamente interrotto per la troppa commozione, di Adele a George Micheal e l’esibizione di Beyoncè, incinta di due gemelli.

Pakistan – un tribunale ha deciso di vietare San Valentino nella capitale Islamabad perché si tratterebbe di una festa contraria ai dettami dell’islam. Proibiti gli eventi legati al giorno degli innamorati negli uffici e spazi pubblici. I media non dovranno promuovere né coprire in alcun modo la ricorrenza. Gli integralisti islamici e l’estrema destra pakistana considerano San Valentino una volgarità importata dall’Occidente.

Germania  un pinguino è stato rubato da uno zoo a Mannheim, una città nel sudovest della Germania. L’esemplare appartiene ai pinguini di Humboldt, una specie diffusa principalmente lungo la costa peruviana e Cilena dell’oceano Pacifico.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**