Me

Diga a rischio crollo in California, evacuate 200mila persone

Si tratta della diga più alta degli Stati Uniti e il suo bacino è pieno. La valle sottostante rischia di essere sommersa

Immagine di copertina

Almeno 188mila persone sono state evacuate a Oroville, nel nord della California, a causa del possibile crollo di una diga che causerebbe l’inondazione della valle sottostante. L’infrastruttura di Oroville, quasi 235 metri, si trova circa 240 chilometri a nordest di San Francisco ed è la più alta degli Stati Uniti.

Aggiornamento: le autorità locali hanno reso noto che il forte flusso d’acqua che fuoriusciva dallo scolmatore di emergenza della diga si è arrestato, ma l’ordine di evacuazione della popolazione nella valle sottostante alla gigantesca struttura resta in vigore.

Le strade dell’area sono bloccata in queste ore dalle migliaia di vetture che cercano di lasciare la zona in seguito all’ordine di evacuazione emesso dalle autorità locali a causa dei timori per la stabilità della gigantesca struttura.

Il governatore della California, Jerry Brown, ha ordinato il potenziamento delle operazioni di emergenza per mettere la diga in sicurezza e agevolare l’evacuazione dei residenti.

Un ufficiale della Guardia nazionale ha reso noto che otto elicotteri saranno impiegati per riparare lo sfioratore di emergenza della diga la cui erosione ha dato origine all’allarme. Inoltre, tutti i 23mila soldati della Guardia nazionale californiana sono in stato di allerta e pronti a intervenire.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**