Me

Il califfo al Baghdadi fuggito in Siria, la conferma dei servizi iracheni

Il capo dell'Isis avrebbe lasciato Mosul e si troverebbe a Raqqa, lo conferma il generale dei servizi di sicurezza iracheni Abdolkarim Khalaf

Immagine di copertina

Fonti dell’intelligence irachena hanno rivelato che il leader dell’Isis Abu Bakr al Baghdadi non si troverebbe più nei quartieri occidentali di Mosul, in Iraq, ma sarebbe fuggito verso la Siria assieme ad altri alti comandanti del sedicente Stato Islamico.

Lo riferisce l’agenzia stampa iraniana Fars, citando quanto riferito al network Sky Iraq dal generale dei servizi di sicurezza iracheni Abdolkarim Khalaf.

Secondo Khalaf, Al Baghdadi avrebbe lasciato Mosul alcuni giorni fa e non avrebbe più contatti con i comandanti rimasti a Mosul. Questi sarebbero i “più inesperti”, secondo quanto riferito dal generale.

A gennaio 2017, la stessa agenzia di stampa iraniana riportava che secondo alcune fonti il leader dell’Isis era fuggito a Raqqa, autoproclamata capitale del Califfato in Siria.

A Mosul, ultima grande roccaforte dell’Isis in Iraq, si sta svolgendo l’offensiva dell’esercito iracheno, sostenuto da una coalizione internazionale, contro l’Isis.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**