Me

Le cinque app che consumano batteria, dati e memoria senza utilizzarle

Basta averle installate affinché si attivino in maniera automatica, una volta acceso il nostro dispositivo.

Immagine di copertina

Secondo il quotidiano spagnolo El País le tre app che consumano più batteria, dati e memoria in assoluto sono, in questo ordine, Snapchat, Spotify e Wattpad, la piattaforma online per leggere e condividere storie.

Eppure, ci sono alcune app che divorano le risorse del nostro smartphone o tablet senza neanche bisogno di utilizzarle. Basta averle installate affinché si attivino in maniera automatica, una volta acceso il nostro dispositivo.

Avast Software ha classificato di recente le app più voraci. Quali sono? E perché?

1. Facebook 

Nel dicembre del 2016, la media degli utenti attivi su Facebook da mobile era di 1.150 milioni al giorno. Per far si che il social network più noto al mondo consumi la batteria del vostro telefono, non c’è alcun bisogno di accedervi o di scrollare la home page all’infinito. L’app invia automaticamente le notifiche all’utente, con gli ultimi aggiornamenti sulle sue attività all’interno della rete.

2. Musical.ly 

Uno dei social network più quotati tra gli adolescenti nel 2016. Questa app permette di registrare video di 15 secondi nei quali è possibile fare playback con una canzone di sottofondo. Secondo Avast, se utilizzata in forma attiva, questa app è in grado di consumare completamente la batteria di un Samsung Galaxy S6 in sole due ore. Anche nei casi in cui non viene attivata, il consumo di dati è altissimo.

3. Google Maps

Anche se dal 2015 è possibile utilizzare l’app senza connessione, riducendo drasticamente il consumo di dati e batteria, il sito più usato dagli utenti per orientarsi, necessita comunque di un funzionamento passivo continuo, per attualizzare le informazioni e ottimizzare al meglio la sua funzione Gps.

4. Instagram 

L’app di fotografia, assorbita dal colosso di Mark Zuckerberg nel 2012 per 765 milioni di dollari, invia all’utente continue notifiche sulle reazioni degli altri utenti alle immagini postate sul proprio profilo. Anche se non utilizzata, consuma comunque batteria, dati e memoria.

5. Pages

È l’app per gestire le pagine di Facebook, ideale per imprenditori o per tutti gli amministratori che lavorano alla gestione delle pagine ufficiali altrui e necessitano di un contenitore per poterle maneggiare tutte più comodamente e velocemente. Nonostante l’utilità, l’app occupa moltissimo spazio.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**