Me

17 consigli per salvarsi la vita in situazioni d’emergenza

Il sito Business Insider ha stilato una lista di precauzioni da prendere in situazioni estreme, che prima o poi potrebbero essere utili a chiunque

Immagine di copertina

Non a tutti capita, fortunatamente, di trovarsi in una situazione in cui la propria vita possa essere seriamente in pericolo, ma, nell’eventualità in cui un giorno questo possa accadere, sarebbe bene avere qualche nozione per affrontare la situazione.

Per aiutare chi ha qualche paranoia di troppo, il sito Business Insider ha stilato una lista di consigli che, in caso di situazioni pericolose, potrebbe forse rivelarsi utile. Eccoli:

I limiti del corpo umano tendono a seguire una “regola del tre”: generalmente, si può sopravvivere tre minuti senz’aria, tre ore senza riparo in condizioni climatiche estreme, tre giorni senz’acqua, e tre settimane senza cibo.

– La maggior parte delle morti dovute a incendi domestici sono causate dall’inalazione di fumo, non da bruciature: meglio quindi rimanere bassi a terra per evitare di respirare troppo fumo.

– Se vi fate male in un luogo pubblico, rivolgetevi a una sola persona per chiedere aiuto, evitando così il fenomeno psicologico per cui in mezzo a una folla di persone è difficile ricevere un aiuto effettivo perché tutti pensano che qualcun altro interverrà.

– Si dovrebbe mangiare la neve come sostituto dell’acqua solo come ultima risorsa: per una scarsa dose di idratazione, si rinuncia a molto calore corporeo, dovuto al fatto che il corpo usa molte energie per convertire una materia da uno stato a un altro.

– Se il vostro aereo fa un atterraggio d’emergenza in acqua, resistete alla tentazione di gonfiare immediatamente il giubbotto di salvataggio: l’acqua che potrebbe entrare nella cabina renderà più difficile muoversi, mentre sarebbe più utile nuotare verso un’uscita e solo allora gonfiare il giubbotto per rimanere a galla.

– Se vi siete persi, camminare in discesa aumenta le possibilità di trovare aiuto: le comunità sociali sono spesso costruite attorno alle sorgenti d’acqua nelle vicinanze, e dal momento che l’acqua scorre in discesa, potrete aumentare le possibilità di trovare aiuto se camminerete in discesa.

– È possibile eseguire su se stessi la manovra di Heimlich, utile a rimuovere cibo incastrato in gola: basta formare un pugno con la mano più forte al di sotto della gabbia toracica e appena sopra l’ombelico, e posizionare il palmo dell’altra mano sopra al pugno per spingere con più forza. Poi, spingere il pugno all’interno all’altezza del diaframma (la parte superiore dello stomaco) e ripetere più volte fino a quando l’oggetto che è bloccato in gola non è più incastrato.

– Quando andate in un posto nuovo, portate antistaminici molto forti con voi: non sapete se e quando vi imbatterete in qualcosa alla quale non sapete di essere allergici, soprattutto in campeggio o durante un’escursione.

– Il cervello non è in grado di camminare e utilizzare il telefono allo stesso tempo: farlo richiede un grosso sforzo cognitivo, e fa sì che non sia possibile concentrarsi completamente su entrambe le azioni, rischiando così di non notare pericoli imminenti.

– Eliminate gli angoli ciechi della vostra auto regolando correttamente gli specchietti: se si sistemano questi ultimi in modo che si vedano a malapena i bordi della propria auto, è possibile eliminare in modo efficace i punti ciechi ai lati del veicolo. 

– Il calore si trasferisce più velocemente attraverso il liquido che il gas, quindi per rimanere caldi in ambienti freddi, è bene utilizzare abiti di lana, invece che di cotone: assorbiranno più umidità in modo che questa non resti sulla pelle.

– Se l’olio da cucina prende fuoco, spegnete il fornello e coprite la padella: mai usare acqua per spegnere gli incendi relativi a sostanze oleose, perché le fiamme arriverebbero ancora più in alto. Al contrario, coprire la padella fa sì che l’ossigeno necessario alla combustione diminuisca.

– Se venite pugnalati o trafitti da un oggetto appuntito, lasciatelo dov’è: tirando fuori l’oggetto non farete che aumentare le perdite di sangue. Al contrario, cercate di coprire la ferita e fate di tutto il possibile per fermare l’emorragia.

– L’80 per cento degli incidenti aerei avvengono entro i tre minuti dopo il decollo o otto minuti prima dell’atterraggio, quindi sono i momenti in cui essere più vigili.

– Una torcia luminosa potrebbe essere la vostra arma più potente contro qualcuno che vuole attaccarvi: se dovete scegliere un metodo di difesa, invece di portarvi un’arma, una torcia molto luminosa potrebbe scongiurare una rapina e, nel caso vi siate sbagliati, nessuno si sarà ferito.

– Se vi siete persi durante un’escursione, cercate di trovare un recinto o un corso d’acqua: quest’ultimo scorre sempre in discesa e invariabilmente raggiungerà un affluente più grande o uno specchio d’acqua, mentre la recinzione porterà quasi sempre a una strada o a una struttura.

– È possibile usare un preservativo come deposito d’acqua di fortuna: sono incredibilmente elastici, e possono contenere grandi volumi d’acqua senza rompersi. Possono essere anche utilizzati come copertura per oggetti di valore.

Campagna regione lazio