Me

Morto in un attentato un comandante dei ribelli filorussi in Ucraina

Mikhail Tolstykh, soprannominato Givi, è rimasto ucciso a causa dell'esplosione di un ordigno nel suo ufficio

Immagine di copertina

Un comandante militare dei ribelli separatisti filorussi in Ucraina è rimasto ucciso nella mattinata di mercoledì 8 febbraio 2017 a causa di un’esplosione. Mikhail Tolstykh, soprannominato Givi, a capo del battaglione Somali delle milizie dell’autoproclamata Repubblica popolare di Donetsk (Dpr), è morto in quello che il portavoce del ministero della Difesa della Dpr ha definito un attacco terroristico, accusando i servizi segreti di Kiev. Sono in corso le indagini per stabilire chi abbia piazzato l’ordigno nell’ufficio di Tolstykh, riferisce l’agenzia di stampa Interfax.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**