Me

Il ragazzo che ha trasformato il suo camioncino in un ostello a quattro ruote

John Carlson ha deciso non solo di viaggiare per il mondo in furgoncino, ma di ospitare tutti quelli che vorranno unirsi a lui tramite la pagina Couchsurfing

Immagine di copertina

Viaggiare per il mondo in furgoncino è ormai pratica comune. Trasformare il proprio mezzo di trasporto in un ostello su quattro ruote nel quale ospitare altri viaggiatori, è sicuramente molto meno diffuso. Ed è quello che ha fatto il ventitreenne americano John Carlson, che ha trasformato il suo furgone in un vero e proprio ostello itinerante: l’Optimist

È possibile contattare Carlson tramite il sito Couchsurfing.com, il noto servizio di scambio di ospitalità gratuita, al fine di prenotare un soggiorno nel suo furgone. Per il momento, circa cinquanta persone hanno già dormito nel furgone con il giovane di Portland e lo hanno accompagnato nel corso del suo viaggio, nel quale ha già percorso più di 40mila chilometri. 

Dimenticate però ogni tipo di comodità: il letto andrà diviso con Carlson e l’assenza di doccia ed elettricità potrebbe rappresentare un problema per alcuni. Per i più avventurosi, invece, quale miglior modo per spostarsi, risparmiare, conoscere nuovi luoghi ignari ai turisti, e nuove persone? 

Dopo il periodo trascorso viaggiando per la costa di Oregon, Carlson vuole proseguire verso il Messico, passando dalla California. Il suo sogno è quello di aprire un camping tutto suo dove poter affittare gratuitamente altri furgoncini, ma per il momento preferisce viaggiare e ospitare nuove persone. 

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**