Me

I flussi migratori non possono essere fermati, né da blocchi navali né da infami respingimenti

La videointervista di TPI allo scrittore Erri De Luca, che commenta la questione dei migranti, la politica statunitense e il nuovo progetto della Casetta Rossa

Immagine di copertina

Lo scrittore Erri De luca ha voluto rilasciare a TPI un’intervista esclusiva per fare un punto su quanto sta accadendo in Europa, dopo la proposta per il blocco navale destinato a frenare l’arrivo dei migranti dalle coste libiche. Nel progetto elaborato dall’alto commissario Federica Mogherini e dal commissario per le migrazioni Dimitris Avramopoulos la Ue dovrebbe chiedere al governo di Tripoli l’autorizzazione per le navi europee a entrare nelle acque territoriali libiche per fermare il traffico di esseri umani.

“Fanno il blocco alla Libia e allora non passano più? Passeranno da un’altra parte”, commenta De Luca. “Hanno fatto il giro del Mediterraneo a forza di sbarramento. I flussi migratori non possono essere arrestati, né dai blocchi navali, né da infami respingimenti in mare come faceva il governo precedente”.

La videointervista (il pezzo prosegue dopo il video):

“Offrire un pasto a chi ne è privo, offrire l’indispensabile”, racconta lo scrittore, descrivendo il progetto, semplice ma significativo, che vuole dare un simbolo di accoglienza ai migranti. E a tutti i bisognosi, che in questo momento non hanno nemmeno un luogo, un approdo, per poter usufruire di un pasto caldo.

Casetta Rossa, un centro culturale situato al quartiere Garbatella di Roma, diventa il luogo deputato ad accogliere le offerte di tutti coloro i quali vorranno lasciare un contributo economico che verrà convertito in un pasto offerto ai più bisognosi.

Un’iniziativa partita in collaborazione con il centro di accoglienza informale Baobab Experience di Tiburtina, con la fondazione Erri De Luca e con la particolare presentazione dello scrittore Erri De Luca e dello chef Rubio, noto cuoco televisivo, che per l’occasione si sono prestati come testimonial d’eccezione ed hanno cucinato per i migranti ospiti.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**