Me

Soldato spara a uomo armato di machete al Louvre

Secondo il ministero dell'Interno francese è in corso una grave situazione di sicurezza presso il museo parigino

Immagine di copertina

Un soldato francese ha aperto il fuoco dopo che un uomo ha tentato di entrare al museo del Louvre di Parigi con due zaini, venerdì 3 febbraio 2017.

Secondo le prime informazioni che stanno emergendo, il militare ha sparato quando l’uomo armato di un coltello lo ha aggredito, ferendolo. Secondo le prime dichiarazioni del prefetto di Parigi Michel Cadot, prima di aggredire il soldato l’uomo ha minacciato gli addetti alla sicurezza del museo, che volevano perquisire i due zaini. Prima di scagliarsi contro il militare, l’aggressore avrebbe urlato “Allah Akhbar”.

Il soldato ha aperto il fuoco, ferendo gravemente l’uomo all’addome. L’aggressore è stato ricovereto all’ospedale in stato cosciente e sarà interrogato nelle prossime ore. Gli inquirenti parlano di attentato terroristico. Lo stesso premier francese, Bernard Cazeneuve, che sta rientrando d’urgenza a Parigi, ha definito l’aggressione ”un attacco di carattere terroristico”.

Secondo Le Figaro i militari aggrediti sarebbero quattro, e tra loro ci sarebbe un altro soldato ferito. Secondo lo stesso quotidiano Reuters ad aprire il fuoco non sarebbe stato uno dei due militari rimasti feriti, ma un altro soldato.

I circa mille visitatori che si trovavano all’interno del museo sono stati evacuati. L’intera area in cui si trova il Louvre è stata evacuata. Gli zaini, ha fatto sapere Cadot, sono stati controllati dagli artificieri. All’interno non è stato trovato alcun tipo di esplosivo.

Nei pressi del museo è stata fermata una seconda persona. Secondo la politiza aveva un atteggiamento sospetto.

La fermata Palais Royal Musée du Louvre della linea 7 della metropolitana francese è stata chiusa. I treni in transito non si fermano in stazione.

Il ministero dell’Interno ha lodato il comportamento del soldato e della polizia francese.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**